Articoli

Dal 20 al 22 febbraio 2015, Lacucinavegetariana.it organizza il primo weekend con corso di cucina vegan e meditazione in Toscana, sulle meravigliose colline Lucchesi nella prestigiosa villa La Vistosa: un weekend indimenticabile, un viaggio attraverso la scoperta di nuovi sapori e percorsi meditativi ideati per ritrovare la pace e l’armonia.

Per questo evento, abbiamo scelto una location davvero speciale: l’incantevole villa La Vistosa situata nel piccolo borgo di Ciciana a 10 minuti da Lucca, il luogo ideale dove godere della tranquillità delle colline della Lucchesia e di un panorama senza paragoni, perfetto per chi desidera allontanarsi dalla vita frenetica di tutti i giorni e dedicare un weekend intero al relax, alla meditazione e alla passione per il buon cibo.

I corsi di cucina saranno tenuti dallo Chef Martino Beria e saranno incentrati sulla cucina vegan e naturale con l’utilizzo di prodotti di stagione. Ai corsi di cucina si alterneranno le sessioni di meditazione tenute da Deva Arpana (Miriam Rossi) e Deeva Clio (Clio Baldisseri).

Gli ospiti trascorreranno un weekend all’insegna di una riscoperta pace in un viaggio interiore e multisensoriale.

Tutte le attività sono rivolte agli appassionati di cucina naturale ed etica e a chi vuole approfondire la scoperta di sé attraverso la guida al rilassamento e alla meditazione. Ogni corso è stato pensato per poter essere frequentato anche da chi si avvicina per la prima volta alla pratica meditativa e vuole acquistare una maggiore consapevolezza nei confronti del cibo e della sua preparazione.

Il weekend di cucina e meditazione prevede due possibilità: un pacchetto all inclusive per gli ospiti che desiderano pernottare presso la villa e un pacchetto ridotto per chi vive nelle vicinanze e desidera raggiungere la location in giornata per seguire le attività.

Scarica il programma

Gli insegnanti

Chef Martino Beria

Chef e fondatore di lacucinavegetariana, tiene corsi cucina per dilettanti e operatori del settore, collabora mensilmente con la rivista Vegetariana ed è lo chef ufficiale del mensile Vegan Life.

Deva Arpana

Pratica buddismo giapponese da dieci anni e segue gli insegnamenti di Osho da otto. Si ritiene una ricercatrice,consapevole di “non sapere”. Ha seguito corsi di meditazione volti alla crescita personale e spirituale e ritiri dedicati al silenzio e al contatto diretto con se stessa. La meditazione che vi farà “sperimentare” si chiama kundalini e ha lo scopo di risvegliare la nostra energia vitale. Una meditazione dolce che vi permetterà di entrare in contatto con voi stessi.

Deeva Clio

Vegetariana e insegnante di wing tsun, arte marziale per la difesa personale, che fonda le sue radici nella consapevolezza dell’energia del corpo. Si avvicina alla spiritualità in tenera età, insegnante di ginnastica bioenergetica, frequenta gruppi di crescita personale e meditazione. Assieme a Deva Arpana, vi condurrà nella meditazione kundalini, per ritrovare una nuova energia interiore.

 

Info e prenotazioni

Pacchetto all inclusive – 250 €* a persona:

  • 2 pernottamenti presso La Vistosa,
  • pasti: pensione completa (colazione, pranzo, break pomeridiana e cena)
  • 2 corsi di cucina
  • 2 sessioni di meditazione
Acquista ora

 

Pacchetto ridotto – 130 €* a persona:

  • nessun pernottamento
  • pasti: pranzo e break pomeridiano
  • 2 corsi di cucina
  • 2 sessioni di meditazione
Acquista ora

 

*(I prezzi sono da considerarsi comprensivi di IVA)

Regalati e regala a chi ami un weekend da sogno tra gli oliveti delle colline toscane, un’esperienza unica nel suo genere che sposa l’amore per la cucina naturale e il buon cibo e la riscoperta interiore attraverso la meditazione e il rilassamento.

A chi prenota entro il 31/01/2015 è riservato uno sconto del 5% sul prezzo del pacchetto acquistato! I posti sono limitati, prenota ora!

Per informazioni ed iscrizioni:
www.lacucinavegetariana.it
info@lacucinavegetariana.it
cell. 3772643170
Dal lunedì al venerdì, 09.00-13.00 / 15.00-19.00

Recipes

I fagioli all’uccelletto sono una tipica ricetta toscana a base di fagioli cannellini e, al contrario di quanto suggerisce il nome, priva di ingredienti animali. La ricetta toscana dei fagioli all’uccelletto prevede infatti l’uso di sedano, carote, cipolla e pomodoro fra i suoi ingredienti principali.

La zuppa di fagioli all’uccelletto è un piatto vegetariano e vegano al 100% e costituisce un secondo piatto sostanzioso, dal gusto casereccio, caldo ed invitante.

Abbinamenti e raccomandazioni

Cosa abbinare ai fagioli all’uccelletto fiorentini? Anche se vengono spesso catalogati fra i contorni, i fagioli all’uccelletto sono un piatto unico o un secondo piatto che potrete accompagnare in diversi modi: con della polenta, del pane abbrustolito (il pane toscano è il suo accompagnamento originale!) o delle patate arrostite come contorno! L’importante è la cottura lenta e a fuoco basso possibilmente in una pentola di terracotta, che darà un sapore davvero unico al tutto!

Per la sua corposità e i suoi nutrienti può tranquillamente sostituire un secondo di carne o di pesce.

Origine e significato

Secondo Pellegrino Artusi la ricetta dei fagioli all’uccelletto trarrebbe il suo nome dalla cottura con particolari aromi, in particolare la salvia, simile a quella utilizzata per gli arrosti di uccelletti. Il nome originale della ricetta, infatti, pare fosse “fagioli a guisa d’uccellini”.

Varianti

Esistono diverse varianti dei fagioli all’uccelletto, come ad esempio la ricetta con i fagioli borlotti, dal gusto un po’più intenso e meno delicato, oppure la ricetta in bianco senza pomodoro (che propriamente all’uccelletto non sarà più).

Un’altra variante moderna è quella di utilizzare i fagioli già pronti in barattolo, invece di quelli freschi. Che dire? Sicuramente più veloce, ma nulla a che vedere con i fagioli secchi cotti nella loro apposita pentola di terracotta e per i loro meritati 40 minuti circa!

Fagioli all’uccelletto: la ricetta

Ecco a voi la ricetta toscana, e vegetariana, dei fagioli all’uccelletto (con il pomodoro). Vedrete che gli ingredienti da usare sono pochi e di facile reperibilità, e il procedimento altrettanto semplice. Buon lavoro!.

Castagnaccio

Ecco il castagnaccio, un dolce dalle origini povere e antichissime, toscano, tipico della città di Siena. In giro per l’Italia lo possiamo sentir chiamare baldino o pattona, ma si fa sempre con gli stessi ingredienti di base: la farina di castagne, l’uvetta, i pinoli, le noci e il rosmarino. Proprio per l’utilizzo di questa speciale farina è diffuso anche in altre regioni dove si trovano le castagne come in Veneto, Piemonte e Lombardia. Con i suoi colori e il suo sapore deciso, questo dolce è proprio il simbolo dell’autunno!

Farro con zucca alla curcuma e menta

Il farro con zucca alla curcuma e menta è pensato sia come idea per un antipasto diverso dal solito o come piatto unico! La zucca, la menta e la curcuma creano un condimento cremoso che si sposa perfettamente con i chicchi di farro, assumendo la consistenza di un “risotto” dolce, cremoso e dal gusto sorprendente. Una ricetta tutta da provare!

Ribollita toscana

La ribollita toscana è uno dei nostri piatti preferiti per la stagione fredda perché è proprio caldo e accogliente come la cucina di una nonna! Questa ricetta tradizionale della Toscana, più precisamente della zona di Firenze e Arezzo è un piatto molto antico di origine contadina, fatto di pane raffermo e verdure, che si preparava il venerdì per poi essere “ribollito” il giorno dopo. I nostri amici toscani consigliano di far ribollire la zuppa nel forno a legna in un tegame di terracotta e servirla con qualche fettina di cipolla fresca e dell’ottimo olio extravergine d’oliva.