Articoli

Nessun risultato

Spiacente, nessun articolo corrisponde ai tuoi criteri

Recipes

La bevanda calda più confortante e coccolosa di tutto l’inverno è sicuramente la cioccolata calda: durante la stagione fredda non vediamo l’ora di sederci al tavolino di un bar e avvolgere le mani intorno a una tazza fumante di cioccolata calda profumata. E non c’è piacere più grande di poter ripetere questa deliziosa esperienza anche a casa nostra preparandoci una golosa cioccolata calda fatta in casa, veloce e con pochi ingredienti.

Quella che vi suggerisco oggi è una ricetta semplice semplice, con la quale potrete preparare una fantastica cioccolata calda senza latte fatta con le vostre mani nel tepore della vostra cucina.

La ricetta della cioccolata calda: una lunga storia

Per arrivare dalla fava di cacao alla cioccolata calda che conosciamo oggi, sono passati secoli e ci sono voluti lunghi viaggi. La cioccolata calda densa e zuccherina che amiamo tanto è qualcosa di molto distante dalle tazze di cioccolata calda che preparavano gli antichi Maya 1500 anni prima di Cristo nell’attuale Messico. Allora, le fave di cacao venivano tostate, macinate, diluite con acqua calda a cui venivano aggiunte delle spezie. Niente di più. A quel tempo, questa bevanda veniva chiamata “xocoatl” (acqua amara e piccante) e oltre a esserle dato un valore politico e religioso, le venivano attribuite proprietà afrodisiache.
Furono gli spagnoli, più tardi, a portarla in Europa, dove si trasformò in una bevanda elitaria tra i nobili di tutta Spagna. E fu soltanto quando varcò i confini della penisola Iberica che gli inglesi ebbero l’idea di sostituire l’acqua con il latte.
Qui potete leggere la storia del cacao in versione più completa e particolareggiata, ora noi passiamo ai fatti e vi spiego come si prepara la cioccolata calda in versione vegan, quindi senza latte e derivati.

La ricetta della cioccolata calda senza latte, vegan al 100%

Come si prepara la cioccolata calda senza latte? La ricetta è davvero semplice: richiede solamente 4 ingredienti e solo 3 passaggi. In soli 10 minuti avrete riempito le vostre tazze di questa golosissima bontà al cioccolato.

I consigli per una cioccolata calda fatta in casa davvero speciale

Quella che riporto qui sotto è una ricetta di base che però vi consiglio di personalizzare a vostro piacimento utilizzando spezie e altri ingredienti.

  • Per renderla più densa: aggiungete uno o due cucchiaini di fecola di mais.
  • Per preparare la cioccolata calda senza zucchero: sostituite la dose di zucchero con la stessa quantità di sciroppo d’acero o con 1 cucchiaio di stevia.
  • Per aromatizzarla: aggiungete una spolverata di cannella, un baccello di vaniglia o un pizzico di peperoncino. Date sfogo alla fantasia!
  • Per una versione ancora più golosa: non perdete l’occasione di provarla con l’aggiunta di un cucchiaio abbondante di panna di cocco. Da leccarsi i baffi!

 

Questa ricetta è stata pubblicata sul n. 10 di Vegan Life di novembre 2015.

Le puntarelle alla romana sono una tipica ricetta che, come dice la parola stessa, appartiene alla tradizione gastronomica romana e che si avvale delle puntarelle di catalogna, una varietà di cicoria tipica del periodo invernale che va da novembre a febbraio. Perché puntarelle? Perché la ricetta prevede l’uso dei germogli della cicoria catalogna, detta anche cicoria asparago o cicoria spigata.

Come si cucinano le puntarelle? Le puntarelle si possono mangiare cotte o anche sotto forma di insalata. Quello che vi propongo oggi è una versione vegan dell’insalata di puntarelle romane in cui, al contrario della ricetta originale, farò a meno delle acciughe. Il risultato sarà un’insalata fresca, leggera, dal gusto deciso e veloce da preparare, che non mancherà di farvi apprezzare la freschezza e croccantezza della cicoria catalogna.

La cicoria catalogna: curiosità

Anche se ormai reperibile in varie zone d’Italia, la cicoria catalogna è per tradizione originaria della regione Lazio, in particolar modo delle zone di Formia, Fondi e Gaeta. Il suo nome originale, difatti, è cicoria di catalogna frastagliata di Gaeta e il suo uso in cucina è attestato sin dai tempi degli Antichi Romani.
Anche Galeno, famoso medico dell’Antica Grecia, ne vantava le sue proprietà benefiche, in quanto diuretica e depurativa, nonché ricca di calcio, potassio, fosforo, vitamina A e C.
La cicoria asparago, quindi, è particolarmente indicata per chi voglia seguire una dieta depurativa o perdere peso. Inoltre, mangiata cruda, mantiene tutte le sue proprietà, aiutando a ridurre l’assorbimento degli zuccheri.

Esistono anche altre varietà di cicoria di tradizione locale, come ad esempio la Cicoria puntarelle Molfettese e la cicoria Galatina (Puglia) e la Cicoria catalogna di Chioggia (Veneto).

Puntarelle alla romana senza acciughe: la ricetta

Ecco gli ingredienti della ricetta veg style delle puntarelle alla romana e la foto-ricetta. Se, invece, volete vedermi all’opera, guardate il video sopra!

Tagliolini con Coste e Noci

Un sapore e un profumo tipicamente invernali, quelli di questo piatto di tagliolini con coste e noci!
Buonissimo se assaporato bello caldo, con la panna ancora cremosa che unisce la croccantezza delle noci e il dolce sapore delle coste e se accompagnato a un bicchiere di buon vino rosso. Come sempre, dagli ingredienti più semplici possiamo creare ricette davvero fenomenali!

Involtini di verza

Se cercate un antipasto o un secondo piatto perfetto per la stagione fredda, vi consigliamo la nostra ricetta degli involtini di verza! Invece di un ripieno di carne e riso, dentro la foglia di verza abbiamo messo ingredienti davvero semplici ma dal risultato finale molto interessante: farro, uva passa e fave. Infine, per donare colore e un tocco di sapore in più, abbiamo accompagnato gli involtini di verza a una salsetta a base di arancia! Cosa avete detto? Volete provarli subito? Ecco per voi la ricetta!

Pasta e Fagioli vegan

Qui in Veneto, la pasta e fagioli è un piatto molto amato e tramandato secondo le ricette di famiglia. Un piatto tradizionale, nutriente e completo di origine povera ma dal gusto ricchissimo. In passato, in Veneto la pasta e fagioli era un piatto di umili origini consumato prevalentemente da contadini e braccianti o servito come piatto economico nelle locande. In effetti, ancora oggi gli ingredienti semplici e genuini della pasta e fagioli si trovano in commercio a prezzi molto ridotti e consentono di prepararne in quantità, in modo da risparmiare anche in energia e fatica. Noi l’abbiamo preparata con della pasta fatta in casa, ma bambini (e non solo) la amano fatta con un tipo di pasta molto particolare, i ditalini! E voi?

Cipolline Borretane grigliate sott’olio

Le cipolline borretane grigliate sottolio che vi presentiamo oggi fanno parte delle nostre ricette preferite da mettere nella nostra collezione di vasetti in dispensa! Le cipolline, una volta sbollentate in acqua e aceto, sono cosi dolci e croccanti che poi sulla griglia prendono un sapore così particolare che è meglio farne scorta conservandole in tanti vasetti golosi!

Millefoglie Vegan con crema di goji e kumquat

Regina delle golosità questa splendida millefoglie vegan con crema di goji e kumquat che abbiamo ideato per festeggiare il Natale, utilizzando le preziose bacche di goji e un frutto di stagione buono e simpatico, il kumquat, detto anche mandarino cinese. La scelta di goji e kumquat non è casuale: i due frutti infatti condividono l’origine asiatica e donano al dessert un carattere orientale rivisitando un classico della pasticceria, la torta millefoglie. La sfoglia fatta di pasta fillo, resa croccante in forno, sposa perfettamente la dolcezza delle creme e la freschezza dei frutti in un’esplosione di sapore!

Spezzatino di Seitan

Lo spezzatino di seitan, accompagnato da della polenta bollente o da un cremoso puré di patate, è un secondo perfetto per la stagioni fredde! Gli ingredienti sono davvero semplici, seitan, passata di pomodoro, carote, sedano e cipolla arricchiti da qualche bacca di ginepro e fatti cuocere a fuoco lento in padella, vi daranno uno spezzatino molto gustoso e delicato. Se poi utilizzate un seitan fatto in casa, fatto con le vostre mani, il risultato sarà ancora migliore!

Radici al forno

Le radici al forno sono un piatto che unisce in maniera armoniosa sapori semplici ma decisi, creando un contorno davvero genuino e prelibato! Vi servono, prima di tutto, delle radici fresche e di tipi diversi come rapette, carote, patate e batata. Se volete personalizzare la ricetta o aggiungere qualche alimento che vi piace particolarmente, potete scegliere di mettere assieme alle radici anche della cipolla ad anelli o dei carciofi! Poi, il procedimento è molto semplice, condite bene e infornate! Viva la semplicità!

Arrosto di seitan di Natale

Chi pensa che chi rinuncia a carne e pesce debba rinunciare anche a un buon arrosto, si sbaglia di grosso: eccone la prova, la nostra ricetta dell’ arrosto di seitan di Natale! Come forse già saprete, il seitan non lo si trova solo in commercio, ma è possibile farlo in casa, spendendo poco e creando da noi il sapore che più ci piace! Autoproducendo il nostro seitan con le verdure che più amiamo, otterremo un arrosto davvero sorprendente, da portare in tavola soprattutto nei giorni di festa o qualche occasione speciale!