Recipes

Pudding con semi di chia: ricetta crudista

Il pudding con semi di chia, o il budino di chia, è il nostro dessert o la colazione dell’ultimo minuto preferito in assoluto.
Si prepara senza cottura, non servono molti ingredienti, né tecniche o attrezzature particolari. Una ciotola e un cucchiaio sono presenti in tutte le cucine. Poi basta un liquido, come un latte vegetale, in cui immergere i semi di chia e lasciarli in ammollo per un paio d’ore. Ecco fatto, la base del pudding è pronta. Il resto è tutta fantasia e creatività che dovrete sprigionare per rendere il vostro chia pudding speciale.

Una ricetta veloce con i semi di chia

Questa ricetta è facile e veloce perché possiamo dire che si prepara quasi da sola! Basterà solo un po’ di pianificazione… Proprio così: dopo aver abbinato il latte vegetale e i semi di chia e averli mescolati, basterà solo aspettare almeno un paio d’ore.
In quel periodo di tempo potete farvi una doccia, uscire a fare una passeggiata, mettervi al pari con l’ultima puntata della vostra serie tv preferita, o schiacciare un sonnellino.
Il massimo per noi è mettere in frigo i nostri budini già porzionati e trovarli pronti la mattina dopo per la colazione!

Idee e ricette con i semi di chia

Quali abbinate preferiamo con i semi di chia? La più semplice in assoluto è quella di mescolarli in un latte vegetale, come nella ricetta qui sotto. In questo caso, abbiamo autoprodotto il latte di mandorla con l’estrattore o slow juicer Panasonic MJ-L600 (leggi la ricetta qui), ma si può fare anche con un latte vegetale confezionato.
Non è obbligatorio dolcificare, tutto dipende dai vostri gusti, noi quando lo desideriamo più dolce aggiungiamo un cucchiaino di sciroppo di riso o di acero. Poi spaziamo con i diversi abbinamenti, aggiungendo frutta, frutta secca, un pizzico di cannella o una spolverata di cacao amaro in polvere.
Inoltre, con i semi di chia prepariamo anche delle marmellate crudiste, arricchiamo biscotti e pani, o realizziamo barrette energetiche e frullati freschi.

Proprietà dei semi di chia e benefici

La chia, detta anche Salvia Hispanica, possiede numerose proprietà utilissime al buon funzionamento del nostro organismo. La chia rientra nel gruppo dei cibi funzionali o super food, poiché è un cibo ricco di calcio, vitamina C e omega 3. Tra i benefici apportati dal consumo di questi piccoli semi ricordiamo che aiutano a regolare l’assunzione di zuccheri e la perdita di peso. In più, oltre che essere un integratore naturale di nutrienti importanti, soprattutto in una dieta vegana, regolarizzano le funzioni dell’intestino e del sistema nervoso.

Dosi per 2 persone

A colazione o a merenda, chia pudding al cioccolato e frutti rossi

I prodigiosi e super nutrienti semi di chia sono i protagonisti di questa ricetta facile e sfiziosa: il chia pudding al cioccolato fondente e frutti rossi. E’ l’ideale sia a colazione sia a merenda, o per uno spuntino leggero! Spesso capita di non aver molto tempo per preparare dolci o colazioni sofisticate e questo budino di chia è il perfetto compromesso. In più, ha un gusto stupefacente, appagante e al contempo è un cibo sano!

Latte e semi di chia, il dolce al cucchiaio che si prepara in una notte

Non tutti i dolci al cucchiaio vegani (o no) sono così semplici e veloci da preparare come questo pudding di chia! La semplicità sta tutta nell’ingrediente principale che per sua natura, quando viene immerso in un liquido, sviluppa un gel. Per questo, il budino di chia di solito si prepara durante la notte, così il gel si sviluppa mentre siamo a letto ed è pronto per la prima colazione! Praticamente si prepara da solo: nella ricetta qui sotto scoprirete come.

Chia pudding al cioccolato per fare il pieno di energie

In questa ricetta sono raccolti degli ingredienti davvero portentosi: la chia un vero e proprio superfood, ricchissimo di nutrienti (qui trovate un approfondimento su questo supercibo), il cioccolato fondente ottima fonte di ferro e proteine vegetali e i frutti rossi, antiossidanti naturali.
In più, il vostro budino di chia può essere preparato con la bevanda vegetale che preferite: quindi non solo latte di soia, ma anche avena, canapa, riso, nocciola, cocco o quinoa!

E se questa ricetta vi è piaciuta non dimenticate di provare anche questo dolce vegan al cucchiaio a base di chia: Semifreddo speziato alla chia!

Tra le ricette vegane di base che non potevamo non citare, c’è certamente questa ricetta della crema al limone senza latte, utile per moltissime ricette dolci come crostate, muffin farciti o pasticcini vegani, ma deliziosa anche da gustare da sola nella sua semplicità con della frutta fresca o dei biscotti.

La miglior ricetta della crema al limone senza latte

Abbiamo trovato per voi la ricetta ottimale della crema al limone senza latte, il giusto equilibrio tra dolcezza e acidità.
Gli ingredienti e la tecnica di preparazione sono molto simili quelli di una crema pasticcera vegana, ma sono stati dosati a puntino per poter bilanciare l’acidità del limone, in modo che non fosse troppo pungente o troppo delicata.
Per questa ricetta non viene utilizzato il latte vaccino, ma il latte di soia, quindi adatto a chi è intollerante al lattosio o che, per ragioni etiche o salutistiche, desidera gustare un’ottima crema al limone vegan. Per chi volesse evitare la soia, è possibile sostituire la bevanda di soia con la stessa quantità di latte di avena o di riso, preparando così una crema al limone gluten free.

La crema al limone vegan e i suoi mille utilizzi in pasticceria

Che stiate cercando una ricetta di crema al limone per una merenda veloce o che vogliate una preparare una crema al limone per crostata, troverete questa ricetta davvero molto semplice ed versatile!
Gli impieghi di questa semplicissima crema al limone senza latte e uova sono davvero tanti:
pensate che con questa ricetta potrete farcire una crostata (preparata magari con la nostra ricetta della pasta frolla vegan), farcire dei golosi muffin integrali, preparare dei pasticcini con la frutta fresca, riempire saccottini e croissant, decorare e farcire una buonissima torta di mele vegan o un bel plumcake al limone senza glutine!
Le possibilità sono pressoché infinite, quindi, libero spazio alla fantasia!

Se anche per voi andare in gelateria e trovare un bel gelato vegano cremoso e goloso è sempre stata un’impresa piuttosto ardua, scoprire che è possibile prepararlo in casa con ingredienti di prima qualità vi farà fare i salti di gioia!

Questo gelato è perfetto per l’estate, la sua è una ricetta semplice e intuitiva, perfetta come base per essere personalizzata. Scegliere di preparare un gelato senza zucchero raffinato, non significa accontentarsi di un gelato salutare e poco goloso, e questa ricetta ve lo dimostrerà.

Tutto il gusto di un gelato vegan alla banana e cocco!

L’aspetto che amiamo di più di questa ricetta è proprio la sua semplicità e il suo gusto sorprendente: è la dimostrazione che si può preparare un gelato vegano senza gelatiera, utilizzando un comunissimo mixer da cucina.

Perché un gelato vegan senza dolcificanti?

Il gelato industriale e a volte anche quello prodotto artigianalmente può contenere una dose di zuccheri raffinati eccessiva che non solo danneggiano la salute, ma che alterano il sapore autentico della frutta. Scegliendo gli ingredienti personalmente e dosando autonomamente la quantità di dolcificanti naturali a seconda dei nostri gusti e delle nostre esigenze, possiamo ottenere un gelato fatto in casa davvero squisito!

Basta chiacchiere, è ora di assaggiare! Gustatevi questo meraviglioso

Gelato vegano con banana e cocco!