Articoli

In cucina, davanti allo specchio, in doccia, nell’armadietto dei medicinali e in quello dei detersivi, non esiste ambiente in cui l’olio di cocco non sia utile. Scoprite con noi usi e proprietà.

Origine

L’olio di cocco si ottiene dalla pressatura della copra, nome con il quale si identifica la mandorla della noce di cocco, e dalla sua successiva raffinazione. La copra è composta per circa il 65% di grasso e dà origine a un olio vegetale, composto quasi totalmente di acidi grassi saturi, simili a quelli dei prodotti animali, ma con basse percentuali di acido stearico compensate dalla forte presenza di acido laurico e miristico. È molto resistente alle alte temperature e difficilmente irrancidisce.

Proprietà

Ricco di acido laurico, limita la presenza di colesterolo cattivo (LDL) e incrementa quella di colesterolo buono (HDL). L’acido laurico, insieme all’acido caprinico, caprilico e caprico, sono acidi grassi a media catena che costituiscono una fonte di energia disponibile a facile assorbimento, motivo per cui l’olio di cocco è l’ingrediente di base per gli integratori per sportivi.

Salute

Fa bene alla salute perché ha proprietà antimicrobiche, sconfigge microbi, batteri e protozoi; ha un effetto benefico sul nostro cuore, sul nostro cervello, aiuta una corretta funzione della tiroide e rafforza il sistema immunitario. È un vero e proprio carburante per l’organismo, poiché composto da acidi grassi più facilmente assimilabili ed è termogenico, ossia mangiandolo si bruciano di più i grassi. Per queste sue caratteristiche, è ottimo anche per chi sta cercando di perdere peso, poiché rinforza e accelera il metabolismo. Ha azioni benefiche anche in caso di infezioni dell’orecchio, eruzioni e irritazioni della pelle e, mescolato con olio di origano o olio di albero del tè, è efficace anche su punture di insetti e herpes labiale.

Cucina

Per chi segue una dieta vegana, l’olio di cocco è un ottimo sostituto del burro, nella preparazione di impasti dolci, salati e biscotti. In cucina, costituisce la base per burro e margarina vegetali, si usa nella preparazione di prodotti da forno e soprattutto si usa come olio per frittura grazie alla sua capacità di resistere a temperature molto alte senza subire deterioramenti.

Cosmesi

L’olio di cocco aiuta a mantenere la pelle sana e giovane e ha un’infinità di usi nell’ambito cosmetico per la sua azione lenitiva ed emolliente, ma non solo. Si può usare come struccante, come detergente viso (ne basta un cucchiaio), come scrub (combinandolo con bicarbonato o farina d’avena per usarlo sul viso o con zucchero di canna per il corpo), come lozione per la rasatura (con effetto antisettico in caso di tagli per la presenza di acido laurico). Può essere anche un idratante per viso e corpo, un antirughe e perfino un deodorante.

Capelli e Denti

Usato sui capelli asciutti per un trattamento pre-shampoo, l’olio di cocco agisce sulla superficie dei capelli, rafforzandoli e limitando le rotture. Inoltre, si è dimostrato molto efficace combinato con l’anice per il trattamento dei pidocchi.

Se invece si combina con il bicarbonato di sodio diventa dentifricio, senza fluoro. Si può usare anche per fare dei risciacqui, per ridurre l’accumulo di placca.

Gli usi che non ti aspetti

Sorprendentemente, l’olio di cocco si può impiegare anche per altri interventi domestici. Ad esempio, quando un tagliere di legno comincia a diventare secco, l’olio di cocco si può usare come disinfettante, funge da lubrificante per meccanismi e cerniere cigolanti e per le corde della chitarra. Si sostituisce all’acquaragia per pulire mani e pennelli quando si usano vernici a base d’olio e serve per togliere la gomma da masticare da qualsiasi superficie (anche i capelli!). Si può usare anche come disinfettante per le protesi dentarie, basta ricordarsi di sciacquare bene prima dell’uso!

 

Latte di cocco: 5 cose che non sapevi

Tra tutti i prodotti derivati del cocco, il latte di cocco è forse quello meno conosciuto e utilizzato in Italia. Lo vediamo sempre più spesso tra gli scaffali dei supermercati e nelle botteghe bio ma non sappiamo bene come usarlo e non ne conosciamo le proprietà! Esistono due tipi di latte di cocco in commercio: quello “da cucina”, più denso e cremoso, adatto a dolci o a curry speziati, e quello da bere, che si vende in cartoni o in lattina, ottimo da gustare fresco!
In questo articolo troverete 5 interessanti proprietà del latte di cocco, un alimento non solo ricco di virtù ma dal sapore eccezionale. Scopriamo qualcosa di più sul latte di cocco:

 1. Aiuta le difese immunitarie

Nel latte di cocco è contenuto l’acido laurico che ha propietà antivirali, antimicrobiche, antiprotozoarie ed antifungine, capaci quindi di rafforzare il nostro sistema immunitario e facilitare la guarigione delle infezioni.

2. Aiuta la digestione

Il latte di cocco ha effetti positivi anche sulla digestione, in quanto velocizza il metabolismo e aiuta il corretto assorbimento dei cibi.

3. Bevanda isotonica naturale

Una bevanda isotonica ha una densità vicina a quella del plasma sanguigno in modo da favorire il suo assorbimento con il sangue e quindi l’idratazione, soprattutto in seguito ad uno sforzo fisico o ad un allenamento sportivo. Bene, il latte di cocco è una bevanda isotonica naturale, proprio quello che ci vuole dopo una giornata faticosa o dopo aver fatto sport!

4. Ricco di elettroliti

Nel latte di cocco si trovano 5 elettroliti essenziali: potassio, magnesio, sodio, calcio, e fosforo. Contiene una quantità di potassio 15 volte superiore a quella contenuta nelle bevande sportive e 2 volte superiore a quella contenuta in una banana. Inoltre, grazie agli elettroliti in esso contenuti, il latte di cocco viene in aiuto a chi soffre di crampi muscolari!

5. Favorisce l’idratazione

Il latte di cocco è composto al 95% di acqua, è privo di colesterolo e grassi, mentre contiene una minima dose di fruttosio che conferisce il gusto zuccherino a questa bevanda. Oltre ad idratare il nostro organismo, apporta vitamine del gruppo B, minerali, aminoacidi, antiossidanti e fitonutrienti. Ottimo per i mesi estivi, per chi fa sport, per chi non beve molta acque ed è anche un ottimo rimedio contro i postumi dell’alcool.

Ecco 5 ottime ragioni per provare il latte di cocco e aggiungerlo agli alimenti sani e che ci fanno star bene con gusto!

Ecco alcune ricette con il latte di cocco che potrebbero interessarti:

Seitan al Curry

Zuppa di Zucca e Carote Tailandese

Recipes

Cheesecake alle Fragole: ricetta vegan

Come avrete capito, ci piacciono molto le cheesecake, ma la cheesecake alle fragole, lei, ci ha fatto proprio innamorare! Questa, poi, non è proprio una cheesecake tradizionale, ma va messa in freezer e tirata fuori un quarto d’ora prima di essere servita! Quindi è una vera e propria cheesecake gelato che fa sognare tutti, bambini, adulti e tutti i golosi che non sanno resistere alla dolcezza di una delle accoppiate più buone di tutte: la panna e la fragola! Ed è subito festa!

Cheesecake vegan con cocco e fragole, una non cheesecake di tutto rispetto!

A chi ricerca dolcezza, una panna soffice e delicata, una gelatina di fragole fresca dal rosso acceso, a chi immagina di affondare la propria forchetta in una generosa fetta di questa torta, poco importerà se questa non è una vera torta al formaggio! Anzi, forse vi farà piacere sapere che in questa cheesecake senza grassi e derivati animali, c’è solo frutta fresca, tutta la bontà del cocco e una fragrante base di frolla.

Un dolce vegano senza soia e… senza rivali!

Difficile competere con una fetta di questa non cheesecake alle fragole senza soia (in nessuna delle sue declinazioni), perfetta per chi è intollerante o non vuole esagerare con soia e derivati.
In più, come tantissime altre nostre ricette, questa si trasforma in una base per creare tantissime altre combinazioni di gusti. Sicuramente avrete già messo in moto la fantasia e starete pensando di realizzarla con ananas, kiwi, lamponi, mirtilli… non è così?