Articoli

A differenza delle farine che abbiamo di solito in dispensa la farina di ceci non è usata per panificati o torte, poiché è priva di glutine, ma è molto utile in cucina per svariati utilizzi. La farina di ceci è un ingrediente che bisognerebbe sempre avere e ora vi spieghiamo perché!

Proprietà

La farina di ceci si ricava dalla macinazione dei semi di ceci essiccati: ne risulta una polvere fina dal tipico colore giallo tenue. Come nei ceci, nella farina di ceci troviamo importanti nutrienti come fibre, vitamina E, magnesio e acidi grassi essenziali, di cui il nostro organismo ha bisogno per la produzione degli omega 3. L’utilizzo della farina di ceci è adatta per i celiaci, poiché è non contiene glutine.

Utilizzo

Molti piatti tipici regionali utilizzano la farina di ceci tra gli ingredienti, come la cecina pisana, la farinata ligure, la fainà sarda o le panelle siciliane.

Ma proprio per la sua versatilità e capacità di essere un legante e addensante oltre che una farina, la farina di ceci è utilizzata nella cucina vegana e vegetariana per preparare delle frittate o frittelle come sostituto dell’uovo. Con questa farina si possono preparare pastelle per friggere le verdure o preparare degli impasti per fare dell’ottima pasta fresca con cui realizzare tagliatelle, maltagliati o ravioli. Se preparate dei panificati fatti in casa come crackers, grissini, pane o muffin salati aggiungere un po’ di questa farina può dare un tocco particolarmente gradevole all’impasto.  Grazie alla sua proprietà legante è perfetta nella preparazione di polpette, crocchette o burger vegetali. Infine, la farina di ceci è l’ideale come sostituto del pan grattato per le panature e i gratin.

Ricette

Ecco alcune ricette da non perdere con la farina di ceci, provatele e vedrete che non mancherà mai più nella vostra dispensa!

Frittata vegana di carciofi

Frittata vegan

Vegan club sandwich

Farinata o cecina

I legumi sono un alimento preziosissimo donatoci da Madre Natura, essenziale nella nostra dieta, tanto che sono coltivati da tempi immemorabili. In tempi di carestia, erano una fonte inestimabile di cibo poiché da secchi si conservavano facilmente e quindi sopperivano alla mancanza di alimenti freschi. Contenendo un’elevata quantità di proteine costituiscono la migliore alternativa a carne e pesce, per questo vengono anche soprannominati “la carne dei poveri”. Ma i legumi non fanno bene solo a noi: con la riscoperta di questi alimenti semplici nella dieta mediterranea, si è anche rivalutata la loro fondamentale importanza nelle colture, poiché arricchiscono il suolo di azoto atmosferico, elemento fertilizzante per il terreno.

I legumi nella cucina vegetariana e vegana

Chi ha scelto una dieta vegetariana o vegana non dovrebbe mai far mancare un bel piatto di legumi sulla propria tavola, due o tre volte alla settimana (o anche tutti i giorni!). I legumi, abbinati ai cereali amplificano le proprie qualità e proprietà nutritive, ed è facile trovare moltissime ricette per utilizzarli, basti pensare alle zuppe, alle insalate fresche di fagioli, o ai più moderni burger vegetali.

Per una salute di ferro e una dieta equilibrata, andate al negozio e fate scorta di ceci, lenticchie, soia, piselli, roveja, fagioli di ogni tipo e dipingete la vostra cucina e i vostri piatti di questi sapori e colori eccezionali!

Seguici su facebook, twitter, pinterest