Articoli

La lavanda in Provenza

Il prodotto locale provenzale per antonomasia è proprio la lavanda. Gli ordinatissimi filari di questi cespuglietti viola percorrono ettari ed ettari di territorio inebriando tutto ciò che li circonda del loro profumo, soprattutto a luglio quando sono in piena fioritura! Il mio personale consiglio è quello di prendersi il tempo necessario per visitare in macchina o in bici i luoghi della lavanda. L’ideale è recarsi li la mattina presto quando il sole non è ancora alto, quando il silenzio e una brezza fresca invadono le campagne: accostate l’auto e scendete a respirare l’incanto di questi luoghi. Tra la seconda metà di giugno e la prima metà di luglio la lavanda fiorisce, dopo di che viene raccolta, setacciata e lavorata secondo una tradizione secolare. Tra i tanti prodotti che si realizzano con la lavanda, famoso è il miele di lavanda: il profumo intenso e fragrante, la consistenza porosa e cristallizzata, il sapore caratteristico e fruttato, lo rendono un finissimo miele da tavola da abbinare a formaggi stagionati, come montasio e pecorino sardo. E, in più, è consigliato nella cura delle vertigini e del mal di testa per le sue qualità calmanti e analgesiche. Lungo le “strade della lavanda”, da Sault a Valensole, da Manosque alle Gole del Verdon, è molto facile trovare chioschi, fattorie e piccoli negozietti a conduzione familiare che vendono prodotti legati al profumato arbusto viola: mazzetti freschi, saponi, saponette, oli essenziali, sacchettini profumati, ma anche caramelle, dolcetti, confetture e torroni. Chi poi ama il relax e la tranquillità, non può assolutamente rinunciare alla possibilità di fermarsi qualche notte nei bellissimi e appartati chambre d’hotes, immersi nella natura. Le camere sono arredare finemente, decorate con grande gusto e offrono tutti i confort a prezzi ragionevoli. Si può certamente affermare che questa parte della Provenza meriti una visita dettagliata per l’innumerevole quantità di luoghi naturali e di piccoli paesini medievali arroccati sulle colline come delle pietre preziose. Differisce molto dall’idea di mondanità e affollamento che caratterizza la Costa Azzurra, o dalla calda e sterminata Camargue. È un posto magico che conserva nei suoi colori e nei suoi profumi la sua grande unicità.

Seguici su facebook, twitter, pinterest

In bici spendi meno!

Ciao ragazzi! E’ finalmente arrivato il bel tempo e così ho deciso di usare la macchina solo per lo stretto necessario (spostamenti lunghi, spese grosse, ecc…). In compenso ho voluto rispolverare la bicicletta dal mio garage e usare quella per muovermi a fare lezione ai ragazzi a cui insegno musica, o per fare la spesa qui nel circondario (nel raggio di 15-20km al massimo per ora). Voglio riportarvi la mia esperienza in modo che ci riflettiate su, perché dopo essermi fatto due conti in tasca, ho avuto molto da pensare! Ho percorso per il momento 150km in una settimana e mezza (è incredibile quanti km facciamo in auto senza rendercene conto) e ho risparmiato già 20€ di gasolio, ho buttato giù un po’ di peso, e mi sono goduto delle ore di tranquillità che altrimenti non avrei avuto. Infatti quando vai in bici muovi un sacco di muscoli, tonifichi i glutei e gli addominali, ti guardi dei bei paesaggi in santa pace e hai molta più tranquillità nell’arrivare a destinazione (tanto più di un tot noi puoi correre…). Io ho 26 anni e ho la macchina da quando ne avevo 20; prima dei miei 20 usavo regolarmente la bicicletta per muovermi ovunque (avevo anche meno spostamenti obbligati da fare ma la usavo comunque tanto). Usare la macchina mi ha completamente fatto perdere l’allenamento e la voglia di usare la bicicletta, e mi ha fatto aumentare gradualmente il grado di stress latente. Oggi, che il prezzo della benzina si è alzato all’inverosimile, sono arrivato a dire BASTA! Non mi sembra giusto alimentare questo consumismo che ci logora e ci divora i risparmi! La sera in compenso sono più stanco, ma più sereno e più felice! Quindi se vi è possibile, non appena avete un po’ di tempo per provarci, montate in sella e poi…fatemi sapere com’è andata!

Seguici su facebook, twitter, pinterest

Centrifuga energizzante

Se ci sentiamo un po’ sottotono per via del lavoro, dello stress o degli impegni, questa centrifuga energizzante ci darà un po’ di quella grinta di cui avremmo bisogno!

Centrifugate assieme:

  • 180gr di sedano
  • 150gr di arancia
  • 80gr di kiwi
  • 50gr di lime
  • 20gr di zenzero fresco

Consigliamo di usare zenzero fresco, perché rispetto a quello in polvere conserva meglio le sue proprietà e conferisce un profumo davvero speciale alla centrifuga.

Seguici su facebook, twitter, pinterest.