Articoli

Bacche di Acai

Bacche di Acai

Originarie della foresta Amazzonica, le bacche di acai, sono il frutto dell’Euterpe Oleracea, pianta che raggiunge gli 80 metri di altezza. Per raggiungerle e coglierle è quindi necessario che degli uomini molto agili (e coraggiosi) si arrampichino muniti di machete fino alle cime, dove si trovano i grappoli di bacche.
Solo ultimamente gli scienziati hanno scoperto le innumerevoli virtù e proprietà delle bacche di acai, piccoli frutti blu, invece conosciuti e utilizzati da secoli dalle popolazioni dell’America Meridionale. La loro forma e il loro colore blu viola ci ricordano i più familiari mirtilli, ai quali assomigliano anche dal punto di vista delle proprietà organolettiche, infatti entrambi i frutti sono ricchissimi di antiossidanti.

Proprietà e benefici

Secondo recenti studi, è stato comprovato l’altissimo contenuto di antiossidanti presenti nelle bacche di Acai, che come è ben noto, ostacolano l’invecchiamento (o l’ossidazione) dei tessuti e proteggono al contempo il sistema cardiocircolatorio.
I frutti di Acai sono ricchi di polifenoli (antocianine e flavonoidi), acidi grassi omega 3, 6 e 9 per non parlare del fatto che sono degli ottimi integratori di vitamina C.
Consumare queste bacche, non ci viene utile solamente per combattere il passare del tempo e quindi il deterioramento dei tessuti, ma apporta grandi benefici sulla nostra vista, sulla gestione dello stress e della fatica e ritarda e attenua i disturbi legati alla menopausa.
Alle bacche di acai è anche attribuita una funzione “afrodisiaca” dal momento che, stimolando flusso di sangue nel sistema circolatorio, migliora le prestazioni sessuali maschili.
Infine, un importante studio pubblicato dal Journal of Agriculture and Food Chemistry ha dichiarato che assumere integratori a base di bacche di acai contrasta la proliferazione di cellule cancerogene dell’86%.

Prodotti a base di bacche di Acai

Siccome le bacche di Acai, una volta raccolte, si deteriorano molto rapidamente, è molto difficile, se non impossibile per noi Europei riuscire a gustarle fresche.
Molte però sono le soluzioni che possiamo trovare per poter integrare le proprietà delle bacche di acai nella nostra dieta.
Consigliamo di consumare solo integratori e succhi a base di bacche di acai provenienti da agricoltura biologica, quindi coltivate senza l’uso di pesticidi, che trovate in erboristeria o negli shop online.
Per noi che non viviamo in Amazzonia sarà più facile assumere le bacche sottoforma di capsule, polvere da disciogliere in acqua o succo.
Straordinariamente gustosa e decisamente pratica è la versione in purea di Acai, testata e degustata da noi personalmente. Ancora meglio del succo di acai, la purea di acai non contiene acqua di diluizione ed è naturale al 100% (senza zuccheri, eccipienti o coloranti). Conferisce energia e benessere in maniera tangibile già dopo pochi giorni dalla prima assunzione.

 

Purea di Acai

Con le bacche di goji “gojiamo” di più!

Con le bacche di goji “gojiamo” di più!

Piccole e di un favoloso rosso acceso, sembrano quasi delle piccolissime uvette, sono le bacche di Goji. Originarie dell’Asia, crescono, infatti, in maniera spontanea in Cina, Tibet, Mongolia e sull’Himalaya, qui da noi non si trovano a loro agio e se coltivate raramente riescono a formare lo stesso tipo di valori nutrizionali presenti nelle bacche asiatiche. In Italia le bacche di Goji si possono trovare essiccate o sotto forma di succo concentrato e l’enorme quantità di benefici nascosta in queste bacche è ancora ignota ai più. Per gli orientali, l’uso del frutto del Goji è molto diffuso anche per cuocere zuppe e carni e nella medicina tradizionale cinese questo frutto rappresenta una sorta di elisir di lunga vita.

Proprietà e utilizzi della bacca di Goji

In effetti, l’elevata presenza di antiossidanti, vitamine, sali minerali e acidi grassi essenziali le rende delle vere e proprie fonti di benessere. Superano ogni rivale per presenza di beta-carotene, ferro e vitamina C e contengono Germanio, utile contro le malattie cellulari. Possiedono anche un effetto saziante, quindi possono diventare un aiuto per chi ha bisogno di perdere qualche chilo. Chi l’avrebbe mai detto che in un frutto che, per forma e sapore, assomiglia a una caramella, si potesse racchiudere tanto benessere?

Consigli

Le bacche di goji sono un vero toccasana per la nostra salute, dal gusto dolce e acidulo, che per la sua versatilità si presta a moltissime preparazioni, dai muesli ai dolci, dalle salse dolci a quelle salate! Si possono portare delle bacche di goji sempre con noi in un piccolo contenitore ermetico per mangiarle come spuntino o spezzafame quando ne abbiamo voglia.
L’importante è tenerle sempre all’asciutto e lontano da fonti di calore, ma soprattutto non comprare bacche di goji qualsiasi, ma biologiche e certificate.

Se volete andare sul sicuro e acquistare da casa un prodotto sano e certificato, consigliamo di affidarvi a questo sito: bacche di goji! Noi le abbiamo provate e le usiamo tutti i giorni! Sono davvero diverse e buonissime!

Scopri più proprietà

Seguici su facebook, twitter, pinterest

Il mangostano

Il mangostano

Nome decisamente inusuale per un frutto, ovvero mangostano, che ricorda sia un altro frutto ovvero il mango sia una Regione, la Valle D’Aosta e i suoi prodotti tipici definiti valdostani. Ma a parte questa curiosa definizione, è un frutto delizioso e ricco di vitamine e di fibre.

Origine e caratteristiche

Nasce molto lontano da noi, nell’asiatica Malesia, ed ha radici molto antiche difatti gli indigeni lo utilizzavano sia come nutrimento che come medicinale naturale sfruttando la sua innata disponibilità di elementi antibatterici, antivirali e antinfluenzali.
L’albero che lo vede nascere arriva fino a 30 metri d’altezza ed ha foglie sempreverdi come il limone; una sua caratteristica peculiare è il colore del tronco che è il nero. Il frutto è davvero molto bello da guardare e ancora più buono da degustare: è tondeggiante e grande circa 6cm, e dalla formazione alla maturazione(circa 2 mesi) la buccia cambia tinta virando dal verde al viola.
La buccia è spessa, non è attaccata alla polpa, e quest’ultima è bianca e suddivisa in 8 spicchi. Se si assaggia si sente subito che è cremosa e che rimanda al sapore della pesca.
È una pianta forte e resistente, che non necessita di particolari attenzioni e la rigida consistenza della buccia ostacola gli attacchi di piccoli insetti ed animali. Un fatto tipico del mangostano è che la buccia, a maturazione completata, si ammorbidisce proprio per facilitare il consumo del frutto medesimo.
Basta incidere con un coltello la circonferenza del frutto e aprirlo come due mezzaluna. Affascinante da osservare il contrasto che la natura ha donato al mangostano tra il viola della buccia ed il bianco della polpa.

Proprietà e indicazioni

Nutre, ci fa bene e soprattutto non fa ingrassare, dato che contiene solo un risicato 3% di grassi e addirittura il 0% di colesterolo. Di contro è molto dotato di fibre che facilitano la digestione, evitano la formazione di gonfiori addominali ed irrobustisce la flora batterica.
In più è un antiossidante naturale che contrasta l’invecchiamento e la secchezza della pelle; ma oltre che al fisico fa bene anche alla mente poiché stimola la produzione endogena di serotonina, che ci fa stare bene e pensare positivo anche nelle circostanze più critiche.

Quindi non ingrassa, fa bene alla pelle, allo stomaco, all’intestino e al nostro umore. Se già lo conoscete continuate a consumarlo senza problemi, se invece non lo avete ancora incontrato, assaggiatelo e scoprirete che è davvero sano, gustoso e totalmente naturale e biologico.

E dato che non è semplice reperire il Mangostano fresco in Italia, il modo più gustoso ed efficace per godere di tutte le proprietà di questo frutto favoloso è sicuramente quello di berlo sotto forma di succo. Avendo provato personalmente il succo di Mangostano ne confermiamo la bontà, genuinità e le straordinarie proprietà.

Seguici su facebook, twitter, pinterest

Il melograno: un tesoro di chicchi rossi

Il melograno: un tesoro di chicchi rossi

L’albero del melograno produce dei frutti eccezionali per il sapore dei loro chicchi e le proprietà che si nascondono in queste piccole gocce croccanti color rosso vivo! Oggi vi spieghiamo le ragioni per cui dovremmo festeggiare l’arrivo di questo frutto autunnale e farne una vera e propria scorpacciata.

Le mille virtù del melograno

Ogni chicco di melagrana, infatti, contiene un’altissima concentrazione di sostanze utilissime a migliorare la nostra salute, come la vitamina C, le vitamine del gruppo B, i polifenoli e il potassio. Queste sostanze hanno un potere formidabile in quanto hanno proprietà:

  • antiossidanti
  • antimicrobiche
  • antinfiammatorie
  • antinvecchiamento
  • aiuta nella prevenzione del cancro alla mammella
  • supporta le funzioni degli ormoni sessuali
  • dona un aspetto giovane e tonico alla pelle
  • aiuta le cartilagini
  • contrasta l’aumento di peso e l’obesità
  • funge da rigenerante dopo l’attività fisica

Ma, nello specifico, quali sono i benefici che si sperimentano in seguito all’introduzione di questo alimento nella nostra dieta? In generale, la melagrana agisce sul sistema circolatorio migliorando la salute delle nostre arterie e dei capillari. Inoltre, non solo aiuta contro le malattie cardiache e gli infarti ma ritarda anche i segni dell’arteriosclerosi e ictus.

Polifenoli, contro il cibo spazzatura

In più, recenti studi hanno provato che i polifenoli contenuti nei chicchi rossi di melograno possono migliorare notevolmente la salute delle persone che seguono una dieta scorretta, ricca di grassi e zuccheri raffinati in quanto aiutano a eliminare i danni provocati all’organismo dal cosiddetto cibo spazzatura.

Questo non significa approfittare del prezioso aiuto della melagrana e non prendersi cura di sé e della propria salute, ma comprendere come può tornarci utile introdurre un frutto in più nella nostra dieta!

Usi

La melagrana è un frutto tipicamente autunnale e anche se in molti supermercati è possibile trovarlo quasi tutto l’anno, il periodo più indicato per consumarlo fresco è certamente durante la sua stagionalità, ovvero da fine agosto a inizio novembre.

Quando siamo fuori stagione, il modo più efficace per beneficiare delle proprietà del frutto del melograno è sicuramente quello di bere del buon succo di melograno biologico. Bisogna stare attenti alla dicitura sull’etichetta, infatti non tutti i succhi di melograno sono uguali: scegliete sempre un prodotto di qualità, possibilmente a km0 e/o biologico in modo che si conservino al meglio tutte le caratteristiche nutritive del prodotto. Inoltre, un buon succo di melograno non ha bisogno di zuccheri aggiunti o coloranti!

Noi abbiamo provato questo succo di melograno: ha davvero un ottimo sapore e un colore rubino davvero eccezionale. Lo abbiamo ordinato online e in brevissimo tempo è arrivato a casa intatto e pronto da gustare!

Seguici su facebook, twitter, pinterest

Grandi benefici, piccolo rimedio: i semi di Chia

Grandi benefici, piccolo rimedio: i semi di Chia

Ci sono dei tesori nascosti e i semi di Chia sono fra questi. L’avevano scoperto già i primi abitanti del Messico quasi tre secoli prima di Cristo e lo sapevano i Maya che li consideravano indispensabili, venivano anche usati per pagare tributi agli Aztechi. Magari non li possiamo usare come moneta di scambio, ma di certo anche noi dobbiamo riconoscere le loro eccezionali proprietà nutrizionali e i loro benefici effetti sulla nostra salute.

  • Sono fonte vegetale di acidi grassi essenziali omega3, fondamentali nella nostra dieta poiché favoriscono il buon funzionamento del nostro cervello e l’assorbimento delle vitamine.
  • Racchiudono il 25% del fabbisogno quotidiano di fibre in una porzione (bastano due cucchiai da tavola nei cereali al mattino!).
  • Ti fanno sentire sazio, perché sono ricchi di fibra solubile. Rallentano il processo di trasformazione dei carboidrati in zuccheri, in questo modo il senso di sazietà dura più a lungo. (Per avere un’idea di come agiscono, provate a metterli in acqua e lasciarli riposare per 30 minuti, si formerà una specie di gel.)
  • Costituiscono una scorta di proteine, che sono, infatti, il 23% delle calorie apportate dei semi di chia.
  • Hanno una scadenza lunghissima; possono rimanere sulla nostra dispensa per anni senza perdere gusto e anche i loro valori nutrizionali rimangono invariati. Questo potere speciale è dovuto alla presenza di antiossidanti naturali. Sono quindi molto più comodi da conservare rispetto al pesce o alle alghe, altre fonti di acidi grassi omega-3.
  • Sono amici della natura perché non hanno bisogno di essere trattati con pesticidi mentre crescono, gli acidi grassi omega-3 di cui sono ricchi agiscono come potente arma antiparassiti.

Sembra dunque che in un piccolo seme siano racchiuse molteplici soluzioni ai nostri problemi. Facciamo tutti scorta di semi di chia! Non dobbiamo nemmeno preoccuparci della scadenza!

Seguici su facebook, twitter, pinterest

Mangiare più frutta e verdura: aumentiamo le quote verdi in cucina!

Mangiare più frutta e verdura: aumentiamo le quote verdi in cucina!

Mangiare più frutta e verdura è essenziale per migliorare la qualità della nostra dieta, regolare il funzionamento del nostro organismo, dimagrire e combattere l’insorgere dei radicali liberi che attaccano le nostre cellule… insomma, sono la chiave per migliorare la nostra vita! Questo non significa eliminare drasticamente carne e pesce o diventare da un giorno all’altro vegetariani o addirittura vegani, ma si tratta di aumentare le porzioni di verdura e di frutta che consumiamo durante i pasti. É stato dimostrato scientificamente che mangiare mangiare più frutta e verdura non solo migliora la salute ma allunga la vita! Secondo uno studio condotto presso la Karolinska Institut di Stoccolma da un gruppo di ricercatori guidato dal dottor Andrea Bellavia, le persone che mangiano 5 porzioni di frutta e di verdura al giorno hanno una longevità superiore rispetto a chi ne consuma meno di 5 porzioni o a chi mangia verdura solo sporadicamente. Nello studio si parla di un allungamento della vita di circa 3 anni, per chi consuma molta frutta e verdura con regolarità, e di una diminuzione dell’aspettativa di vita di circa 1 anno e mezzo per chi non lo fa. Studi scientifici a parte, chiunque abbia provato ad aumentare le proprie quote verdi in cucina avrà sicuramente sperimentato una sensazione di benessere e un appesantimento molto inferiore rispetto a una dieta incentrata su grandi porzioni di carne o pesce. Infatti, consumare pochissime quantità di carne e pesce o eliminare questi alimenti del tutto, porta moltissimi benefici come una diminuzione del rischio di infarto e tumori, minor costipazione, maggior apporto di antiossidanti e vitamine, minor apporto calorico contenuto nei grassi animali e maggior digeribilità (solo per citarne alcuni!). Non si tratta, quindi, di sconvolgere la nostra routine culinaria, ma di rinnovarla, scoprendo nuovi sapori, imparando a cucinare ingredienti che prima ignoravamo e, soprattutto, renderci la vita più sana e allungarla un po’!

Seguici su facebook, twitter, pinterest

I benefici del Rosmarino

I benefici del Rosmarino

Il Rosmarino è una pianta eccezionale, conosciutissima per il suo profumo inconfondibile e altrettanto apprezzata per i suoi benefici. Molti di noi ne avranno piantata una in giardino o in un vaso sul davanzale, perché oltre a formare un cespuglio molto bello da vedere, è una pianta che resiste bene al caldo estivo e un suo rametto è sufficiente per profumare e impreziosire un sugo o un arrosto. Assunto sotto forma di estratto, tintura o infuso può favorire la guarigione da molteplici disturbi, tanto che le sue virtù terapeutiche erano conosciute già in tempi antichi.

  • Funzione antibatterica
  • Funzione antidolorifica e antinfiammatoria
  • Tonico
  • Stimola la digestione e l’appetito
  • Proprietà antiossidanti
  • Vermifugo per l’intestino
  • Calmante per in caso di spasmi
  • Aiuta il sistema nervoso in caso di tensione nervosa, depressione o affaticamento
  • Ottimo antinfiammatorio per la cura del nervo sciatico
  • Stimola la diuresi
  • Cura i capelli grassi e aiuta a diminuire la calvizie
  • Usato per l’igiene orale, ha proprietà deodoranti

Se si vuole farne un giusto uso e beneficiare delle numerose proprietà del Rosmarino, è bene farsi consigliare presso la vostra erboristeria di fiducia sul tipo di somministrazione più adatta alle vostre esigenze!

Seguici su facebook, twitter, pinterest

Le proprietà delle noci

Le proprietà delle noci

Le noci sono un frutto dall’origine antica, introdotto in Italia probabilmente dai greci. Le particolari caratteristiche della noce la rendono un frutto davvero speciale. La noce, è un’ottima alleata nella dieta vegetariana: contiene fosforo, calcio, ferro, potassio, ma anche elementi che di solito si trovano nella carne, come zinco e rame. Un’arma da utilizzare anche per combattere il colesterolo cattivo: grazie alla presenza di grassi polinsaturi, mangiando le noci, si possono tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e il rischio cardiovascolare. Ottime anche per le proprietà antitumorali: contengono preziosi acidi grassi omega-tre, di solito presenti nel pesce e negli oli vegetali. E non è tutto, sono anche ricche di antiossidanti, utili non solo contro l’invecchiamento, ma anche per favorire la digestione e la diuresi. In cosmetica, l’olio estratto dalle noci viene usato nella preparazione di creme solari e nella preparazione di lozioni per i capelli con azione fortificante. Attenzione però a inserirle in una dieta equilibrata e a non esagerare, in quanto si tratta di frutti ipercalorici!

Seguici su facebook, twitter, pinterest.

Recipes

budino di chia

Chia pudding al cioccolato e frutti rossi

A colazione o a merenda, chia pudding al cioccolato e frutti rossi

I prodigiosi e super nutrienti semi di chia sono i protagonisti di questa ricetta facile e sfiziosa: il chia pudding al cioccolato fondente e frutti rossi. E’ l’ideale sia a colazione sia a merenda, o per uno spuntino leggero! Spesso capita di non aver molto tempo per preparare dolci o colazioni sofisticate e questo budino di chia è il perfetto compromesso. In più, ha un gusto stupefacente, appagante e al contempo è un cibo sano!

Latte e semi di chia, il dolce al cucchiaio che si prepara in una notte

Non tutti i dolci al cucchiaio vegani (o no) sono così semplici e veloci da preparare come questo pudding di chia! La semplicità sta tutta nell’ingrediente principale che per sua natura, quando viene immerso in un liquido, sviluppa un gel. Per questo, il budino di chia di solito si prepara durante la notte, così il gel si sviluppa mentre siamo a letto ed è pronto per la prima colazione! Praticamente si prepara da solo: nella ricetta qui sotto scoprirete come.

Chia pudding al cioccolato per fare il pieno di energie

In questa ricetta sono raccolti degli ingredienti davvero portentosi: la chia un vero e proprio superfood, ricchissimo di nutrienti (qui trovate un approfondimento su questo supercibo), il cioccolato fondente ottima fonte di ferro e proteine vegetali e i frutti rossi, antiossidanti naturali.
In più, il vostro budino di chia può essere preparato con la bevanda vegetale che preferite: quindi non solo latte di soia, ma anche avena, canapa, riso, nocciola, cocco o quinoa!

E se questa ricetta vi è piaciuta non dimenticate di provare anche questo dolce vegan al cucchiaio a base di chia: Semifreddo speziato alla chia!

Estratto di Fragole e Ciliegie

Un estratto rosso rosso che sa di primavera

Un succo vivo di fragole e ciliegie è l’estratto perfetto per brindare alla primavera. Di tanti estratti di frutta che potete realizzare con il vostro estrattore questo è indubbiamente uno dei più semplici e allo stesso tempo gustosi e amabili!
La buona abitudine di bere almeno un estratto al giorno, è un modo per mantenersi in salute e alimentarsi al meglio. Le ricette con l’estrattore che preparerete o inventerete da voi, saranno ancora più deliziose se per realizzarle sceglierete frutta e verdura di stagione!

Un dolcissimo succo per bambini e genitori

Fare colazione e merenda tutti assieme con un succo fresco e dolce, dal colore vivace e allegro, non può che rallegrare la giornata di grandi e piccini.
Ai bambini, ai quali a volte non è facile far fare una merenda sana e nutriente, piacerà un sacco bere questo estratto di fragole e ciliegie, che avrete preparato per loro.
Con un solo bicchiere di questo succo, farete il pieno di vitamine e antiossidanti, di cui questi frutti sono ricchi.
Se siete mamme e papà alla ricerca di ricette sane per bambini, senza zuccheri aggiunti o conservanti, un buon bicchiere di estratto appena preparato è ciò che di più semplice e naturale potete proporre ai vostri figli!
Le fragole e le ciliegie sono l’abbinamento perfetto per conquistarli!

Cos’è un estrattore di succo vivo?

Seguite il link per scoprire tutte le caratteristiche di questa tecnologia del benessere!

La ricetta del golden milk

La ricetta del Golden Milk – ricetta vegana

Dall’India arriva questa bevanda meravigliosa, a base di curcuma, latte e spezie. Il golden milk, o latte d’oro, non si chiama così solo per il suo colore giallo acceso, ma anche perché questa bevanda è sinonimo di ricchezza poiché contiene moltissimi antiossidanti naturali.
Per esempio, è abitudine di chi pratica yoga bere una buona tazza di golden milk ogni giorno, dato che migliora l’elasticità delle articolazioni e permette ai praticanti di mantenere le posizioni più a lungo.

Tutte le proprietà del golden milk, l’oro in una tazza

Tra i benefici attribuiti al latte d’oro enumeriamo le proprietà curative per i dolori muscolari e articolari. Tutte queste proprietà derivano dalla combinazione degli ingredienti del latte d’oro (il latte, la curcuma e le spezie) che messi assieme hanno effetti più che prodigiosi.
E’ molto indicato come rimedio antinfiammatorio, ottimo digestivo e alimento detox.
Disinfiamma le vie respiratorie come la sinusite e combatte le forme virali, l’influenza e la tosse, per questo si consiglia di sorseggiarlo soprattutto durante i cambi di stagione.
Aumenta dunque le difese immunitarie e ha proprietà antifungine, inoltre previene problemi cardiovascolari e riduce i livelli di colesterolo.
E’ particolarmente utile per mantenere il peso corporeo perché mantiene attivo il metabolismo.
Per le donne che soffrono di dolori mestruali o per chi soffre di colite, il golden milk può essere assunto per combattere gli spasmi.

Come si prepara golden milk

La ricetta del golden milk originale utilizza il latte vaccino e il miele, questa ricetta invece è vegana. In sostituzione agli ingredienti di origine animale abbiamo optato per l’utilizzo di alimenti a base vegetale come il latte vegetale e i dolcificanti naturali.
La ricetta si suddivide in due fasi:
– LA PASTA DI CURCUMA: la pasta di curcuma si prepara emulsionando pepe nero e polvere di curcuma con acqua e portando il tutto a bollore in un pentolino fino a ottenere una pasta densa che una volta raffreddata si conserva in frigo in un barattolo di vetro fino a 40 giorni.

Non dimenticate mai di aggiungere sempre una spolverata leggera di pepe nero poiché solo così si attivano tutte le proprietà della curcumina!

– LA BEVANDA: quando si desidera preparare il latte dorato basterà sciogliere uno o due cucchiaini di pasta di curcuma in una tazza di latte vegetale bollente, aggiungere dello sciroppo di riso o un qualsiasi altro dolcificante naturale, qualche goccia di olio di mandorle e le spezie che più ci piacciono nella dose a noi gradita come cannella, zenzero o vaniglia.

Il latte d’oro alla curcuma: la ricetta crudista

In questo video potete vedere come si prepara il golden milk in versione raw, ovvero senza cottura, utilizzando solo alimenti freschi come il latte di mandorle spremuto a freddo e la radice di curcuma. Per fare ciò abbiamo utilizzato uno strumento indispensabile per la sana alimentazione, ovvero l’estrattore di succo!
A chi segue una dieta crudista, a chi sta affrontando un periodo detox o a chi vorrebbe un dissetante golden milk estivo, vi consigliamo di seguire questo video tutorial:

Vellutata di patate viola

Vellutata di patate viola

Se state cercando una ricetta vegan semplice e veloce da preparare, ma allo stesso tempo scenografica, potreste optare per una ricca vellutata di patate viola. Il risultato è una crema di patate vegan caratterizzata da un bellissimo gioco di colori viola e lilla dato dalle patate vitellotte.

Questa tipologia di patate non si trova sempre in vendita, ma se avete l’occasione di acquistarle, approfittatene per preparare una vellutata fuori dal comune, sia per il suo colore che per il suo sapore delizioso. Un vero colpo d’occhio che non mancherà di entusiasmare anche i bambini!

Vista la loro rarità, le patate vitellotte meritano qualche parola in più. Sono una specie molto antica di patate originarie del Perù che sono state rivalutate per le loro proprietà nutrizionali, la loro speciale consistenza e il colore peculiare. Non appartengono tipicamente alla nostra tradizione culinaria, ma se avete l’occasione di trovarle, non lasciatevele sfuggire. La loro polpa viola ha uno speciale odore quasi di nocciola e il sapore somiglia a quello della castagna. Sono inoltre dei potenti antiossidanti!

Si avvicina la Pasqua e, anche se una crema del genere non appartiene alla nostra tradizione pasquale, è il colpo di scena perfetto per un primo piatto davvero originale.

La vellutata di patate viola si prepara con un buon soffritto di porri e aglio, quindi vi si aggiungono le patate vitellotte tagliate a pezzettini con la buccia, che si lasciano cuocere per una mezz’oretta nell’acqua bollente che vi aggiungerete in seguito. E con l’aiuto di un minipimer il gioco è fatto.

In questo post prepareremo una calda crema, ciò nonostante le patate vitellotte possono essere cucinate come più preferite, anche fritte, lessate o potreste persino farci degli gnocchi!

In alternativa, consigliamo:

Smoothie fragola e banana

Smoothie fragola e banana

Prepariamoci alle belle giornate di sole in giardino, coloriamo la nostra giornata con le tinte della frutta di stagione e profumiamola di allegria concedendoci una pausa veloce e fresca con uno smoothie di fragola e banana. Il segreto sta in soli quattro ingredienti semplici e genuini con un tocco di carattere dato da una spruzzatina di cannella, perché le cose veramente buone non hanno assolutamente bisogno di additivi e coloranti! Ecco la ricetta dello smoothie più semplice e gustoso che c’è!

Budino di Quinoa con Mirtilli e Cocco

Budino di Quinoa con Mirtilli e Cocco

La quinoa, oltre ad avere un ottimo sapore e a contenere tutti i nove aminoacidi essenziali, é un alimento versatile che si presta sia a preparazioni salate, sia a ricette dolci come questo budino di quinoa con mirtilli e cocco. Questo dessert vegan, deliziosamente fresco e sano, é l’ideale per la colazione ma anche per una merenda pomeridiana, e, perché no, da portare con noi dove ci pare come alternativa dolce allo spuntino!

Riso Venere con Verdure spadellate

Riso Venere con Verdure spadellate

Una delle ricette vegetariane con il riso venere che più ci soddisfa è sicuramente questo coloratissimo riso Venere con verdure spadellate! Un piatto completo e saziante grazie alla presenza di tutti i nutrienti di cui il nostro corpo ha bisogno: i carboidrati sani del riso Venere integrale, le fibre e le vitamine delle verdure e le proteine che troviamo nei semi di canapa. Ottimo sia freddo sia caldo, praticissimo da portare in ufficio per la pausa pranzo con il rischio di far venire l’acquolina in bocca a tutti!

Insalata Autunnale

Insalata Autunnale

Un’insalata autunnale è proprio quello che ci vuole per iniziare un pranzo o una cena con un antipasto sfizioso e delicato. Lo sapevate che un’ottima abitudine alimentare è iniziare il pasto con della verdura fresca? Questa insalata autunnale è perfetta come entrée, un mix delicato di frutta e verdura che stupirà il vostro palato e i vostri occhi in questi simpatici contenitori fatti con la mela rossa!