TOFU FATTO IN CASA – GUIDA PRATICA

tofu fatto in casa

Tofu fatto in casa – guida pratica

Il tofu è un alimento di origine cinese anche se lo si trova molto diffuso in tutto l’Oriente. Viene anche detto “formaggio” di soia perchè si ricava cagliando il latte ottenuto dalla spremitura dei fagioli di soia. E’ un alimento ricco di proteine vegetali, ha un notevole apporto di calcio ed è molto digeribile: per questo il tofu viene molto consumato nelle diete vegane e vegetariane. Lo possiamo vedere abbinato a verdure, fritto o utilizzato nelle zuppe. Può essere molto utile per la realizzazione di impasti o per ricette di pasticceria vegan. Ecco per voi la nostra guida pratica per preparare il tofu fatto in casa!

Come fare il tofu fatto in casa?

Vediamo in questa breve guida pratica come autoprodurre il tofu fatto in casa! Alimento versatile e ostico, il tofu è ottimo come sostituto proteico in una dieta vegana.

Ingredienti per 700gr di Tofu

  • 500 gr Fagioli di soia
  • 4,5 L Acqua
  • 1 cucchiaio Nigari

7 Passaggi - cliccali per leggere!

Ammollare la soia

Lasciate in ammollo i fagioli di soia per una notte.



Frullare la soia

Scolate i fagioli di soia e frullateli con un minipimer assieme a 4,5 l d’acqua. Mettete in una pentola alta il composto ottenuto, fate bollire per 5 minuti.



Filtrare il latte

Filtrate il composto con un colino o con l’aiuto di un panno di cotone. In questo modo otterrete il latte di soia (liquido) e l’okara (parte solida rimanente -potete usarla per realizzare polpette o pani-).



Nigari

Sciogliete in 200ml di acqua calda un cucchiaio di nigari (caglio vegetale).



Cagliata

Una volta fatto bollire il latte di soia, aggiungete il nigari e attendete che il latte cagli e cominci a creare i fiocchi di tofu (coaguli di sostanze proteiche).



Scolare il tofu

Con l’aiuto di una schiumarola a maglia fine, filtrate tutti i fiocchi di tofu in uno stampo di legno ricoperto da un panno di cotone. Pressate bene il tofu e lasciatelo riposare un ora.



Raffreddamento

Una volta raffreddato, passatelo per 10 min in acqua fredda, quindi conservatelo in frigo in dei vasi sott’acqua.

5 commenti
  1. robeta
    robeta dice:

    Quanti giorni si può conservare in frigo? metto acqua normale di rubinetto o quella dela sua scolatura? .
    Grazie mille

    Rispondi

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] adoperarlo per cagliare il latte di soia. Il nigari, infatti, è considerato il migliore caglio per produrre il tofu. Nell’industria alimentare il nigari, che in questo settore è preferibilmente chiamato cloruro […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *