SPAGHETTI E POLPETTE VEGAN

Spaghetti e polpette vegan

Vi ricordate Lilly e il Vagabondo? Che film magnifico, uno di quelli che ha accompagnato la mia infanzia! L’epica scena, quando i due cagnolini, serviti e riveriti, mangiano gli spaghetti e polpette e succhiando lo stesso spaghetto si danno un bacio?
Rievocando bei ricordi, mi è venuto in mente di rivisitare la storica ricetta degli spaghetti e polpette al sugo in versione vegan!

In America questo piatto ha avuto un enorme successo, e lo chiamano “Spaghetti meatballs”, una delle storpiature della cucina italiana, nata dal taglio più povero di carne e gli unici ingredienti “italiani” che gli emigrati potessero permettersi nei primi del Novecento. Un piatto che oltretutto è stato portato anche a Masterchef 3 (Italia) da Michele G.

In questa versione vi faccio vedere come creare un impasto proteico che vada a sostituire in tutti i sensi (reologico, gustativo, visivo e nutrizionale) le polpette di carne per ottenere un piatto divertente e completo per tutta la famiglia, ma soprattutto per i più piccoli!

Questa ricetta è tratta dal nostro speciale sulla rivista “Vegetariana” di gennaio 2015.

Ingredienti per 24-25 polpette

  • 320 g Spaghetti integrali
  • Per le polpette
  • 100 g Farina di glutine
  • 50 g Farina di ceci
  • 60 g Fiocchi d'avena
  • 40 g Pomodori secchi
  • 25 ml Shoyu
  • 15 ml Olio Evo
  • Q.b. Paprika dolce
  • Per il sugo
  • 300 ml Passata di pomodoro
  • Q.b. Sale
  • 1 pizzico Zucchero di canna integrale
  • a crudo Olio Evo

6 Passaggi

Mettere a bagno i pomodori secchi

Mettete a bagno i pomdori secchi per una decina di minuti.

Preparare le polpette

Scolateli, tamponateli con carta da cucina, tagliate a dadini e uniteli alle farine e ai fiocchi d’avena in un recipiente.
Aggiungete la paprika, l’olio e la salsa shoyu, quindi impastate energicamente. Se l’impasto non è ancora abbastanza umido, aggiungete un po’ d’acqua.

Precuocere le polpette

Formate delle palline di 2-3 cm di diametro. Fatele sobbollire in acqua per 2 minuti e scolatele.
Quando si usa la farina di glutine questo è uno step d’obbligo: il glutine ha bisogno di essere cotto in ambiente umido per poter coagulare.

Preparare il sugo

Mettete la passata in una padella, aggiungete del sale e un pizzico di zucchero e fate cuocere finché non sarà evaporata gran parte dell’acqua del pomodoro.

Abbrustolire le polpette

In un’altra padella appena oliata, fate dorare le polpette, poi passatele nel sugo di pomodoro.

Condire gli spaghetti

Condite con lo stesso sugo gli spaghetti e finite il piatto con un filo d’olio Evo a crudo. Buon appetito!

2 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *