SCIROPPO DI DATTERI

sciroppo di datteri fatto in casa

In tema di autoproduzione, lo sciroppo di datteri è facilissimo da preparare e ottimo per la salute. Basteranno pochissimi ingredienti, un frullatore e un vasetto: lo sciroppo di datteri sarà pronto in pochi istanti per dolcificare naturalmente le vostre pietanze e bevande!

Ingredienti per 500ml di sciroppo di datteri

  • 200 g Datteri
  • 375 ml Acqua
  • 1 cucch.ino Succo di limone

3 passaggi - cliccali per leggere!

Togliere i semi ai datteri

Rimuovete i semi dai datteri (se li piantate, otterrete delle bellissime piantine).

Unire e frullare gli ingredienti

Unite tutti gli ingredienti in un frullatore (potete anche usare un minipimer) e frullate finemente il tutto.
Volendo, potreste passare al colino con maglia sottile, lo sciroppo di datteri ottenuto, così da chiarificarlo leggermente.

Invasare e conservare

Invasate lo sciroppo di datteri in un vaso di vetro con il tappo e mettetelo in frigorifero per conservarlo.
Ecco pronto il vostro sciroppo di datteri home made!

11 commenti
    • Antonia Mattiello
      Antonia Mattiello dice:

      Ciao Chiara, lo sciroppo si conserva anche per più di una settimana in frigo! Per sostituirlo allo zucchero, non ci sono proporzioni precise. Il mio consiglio è quello di assaggiare l’impasto e di dosare a seconda dei tuoi gusti, proprio perché è un tipo di dolce diverso sia da quello dello zucchero, sia da quello del malto o dello sciroppo d’agave!

      Rispondi
    • Antonia Mattiello
      Antonia Mattiello dice:

      La consistenza ideale è quella di una crema un po’ più densa dello sciroppo d’acero, un po’ meno del miele. Aggiungi un po’ d’acqua se ti sembra troppo poco fluida!

      Rispondi
  1. giulia
    giulia dice:

    Buonasera, è davvero tanto che vorrei preparare questa ricetta, ma alla fine mi faccio sempre tentare dal mangiare i datteri al naturale!Io uso i datteri della varietà deglet beida (più piccoli dei Medjoul, decisamente meno dolci, più chiari e duri in quanto secchi), potrebbero andare bene lo stesso?Io pensavo di lasciarli in ammollo in acqua bollente almeno mezz’oretta, che ne pensate?
    Grazie infinite!
    Giulia

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *