RADICCHIO DI TREVISO IN TEMPURA

IMG_8080

Radicchio di Treviso in tempura

Con la stagione fredda arrivano nei mercati i prelibatissimi radicchi di Treviso: noi abbiamo pensato di preparare una ricetta sfiziosa e croccante, il radicchio di Treviso in tempura!
Abbiamo abbinato una delle tecniche di frittura più leggere e fragranti del mondo, quella della tradizione giapponese e l’abbiamo sposata con un ingrediente tipico della regione Veneto, il radicchio di Treviso tardivo! Due culture a confronto, un risultato di straordinaria bontà!

Ingredienti

  • 3 cespi Radicchio di Treviso Tardivo
  • 200 gr Farina di Riso
  • 200 gr Acqua
  • Brodo dashi di alga kombu
  • Salsa di soia (shoyu)
  • Olio per friggere

4 Passaggi

Pastella

Preparate la pastella per la tempura unendo farina e acqua: non preoccupatevi dei grumi, più ne fa, meglio è!



Salsa

Preparate la salsa di accompagnamento unendo salsa di soia, acqua e brodo dashi di kombu.



Tagliare il radicchio

Tagliate a spicchi il radicchio dopo averlo lavato per bene (sarebbe meglio lasciarlo per almeno 30min in acqua ghiacciata corrente in modo che la patina amara se ne vada del tutto).



Friggere

Impastellate il radicchio e friggetene 3 spicchi alla volta in modo che la pastella risulti croccante. Servite con la salsina di accompagnamento scaldata al microonde.



4 commenti
    • Chef Martino Beria
      Chef Martino Beria dice:

      La salsa di soia e le sue caratteristiche organolettiche sono difficilmente riproducibili o sostituibili.
      Puoi provare ad abbinare questa tempura a qualche altra salsa che non sia troppo forte o ad un brodo molto concentrato.

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *