NASI GORENG INDONESIANO – LA RICETTA

nasi-goreng ricetta

Nasi Goreng ricetta

Adoro la cucina indonesiana e adoro il riso in tutte le sue versioni! Il Nasi Goreng mi ha proprio stregato così ho pensato di prepararvene una versione totalmente vegan!
Il Nasi Goreng indonesiano letteralmente vuol dire riso fritto (nasi=riso , goreng=fritto): gli ingredienti tradizionali sarebbero il riso al vapore (o riso glutinoso), pomodoro, gamberi, uova, verdure miste e l’immancabile salsa sambal.

Nasi Goreng – qualche informazione

La piccantezza della ricetta del nasi goreng è dovuta all’utilizzo della salsa sambal oelek, una variante del potentissimo sambal (salsa di peperoncini, zenzero e aglio). Questa salsa la troviamo comunemente anche sui nostri mercati.
Troviamo varianti del nasi goreng in tutto il sud-est asiatico (Malesia, Thailandia, Singapore) ma è originario dell’indonesia in cui si può trovare anche sotto forma di Bami Goreng (spaghetti fritti), nel quale abbiamo spaghetti al posto del riso.
Il nasi goreng che conosciamo fonda le radici nella cultura rurale indonesiana, in una tradizione contadina basata su prodotti locali, mentre delle versioni più confacenti con l’estero si sono sviluppate sulle zone portuali.

Ingredienti

  • 400 g Riso al vapore
  • 100 g Taccole
  • 50 g Peperoni
  • 100 g Pomodoro
  • 1 cucchiaino Salsa sambal
  • 1 cm Zenzero
  • Q.b. Sale
  • Q.b. Olio di semi
  • 30 g Cipolla

3 Passaggi - cliccati per leggere!

Preparare il riso

Preparate il riso al vapore seguendo la nostra ricetta di base. Ci vorranno 26 minuti, nei quali dovrete preparare il resto dei condimenti.

Taccole e pomodoro

Tagliate le taccole a striscioline sottili e lunghe, la cipolla a fettine e sciogliete un cucchiaino di salsa sambal nella polpa di pomodoro con una grattata di zenzero fresco.

Saltare il riso

Scaldate un wok con abbondante olio di semi quindi, saltate le verdure tagliate. Dopo un minuto saltate il riso appena cotto e conditelo con la polpa di pomodoro e la salsa sambal. Aggiustate di sale e servite!

2 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *