CRACKER INTEGRALI FATTI IN CASA CON SEMI E SPEZIE

IMG_5046

Cracker Integrali fatti in casa con semi e spezie

I nostri cracker integrali fatti in casa con semi e spezie, sono croccanti e gustosi, economici e salutari! Il tempo che perdiamo al supermercato a leggere gli ingredienti sull’etichetta dei prodotti per acquistare qualcosa di sano, lo possiamo impegnare per realizzare un prodotto fresco, buono e salutare, personalizzabile secondo i nostri gusti, come questi cracker integrali fatti in casa con semi e spezie. Potete anche giocare con le forme e trasformare l’impasto in grissini, gallette o maltagliati croccanti!

Ingredienti per 130 cracker

  • 10 gr Lievito Fresco
  • 400 ml Acqua
  • 250 gr Farina 00
  • 200 gr Farina Integrale
  • 70 gr Semi di Lino
  • 50 gr Semi di sesamo nero
  • 40 gr Semi di cumino
  • 10 gr Sale

4 Passaggi

Mescolare le farine

Giorno 1:

    Mescolate le varie farine pronte per l’impasto.



Preparare l'impasto e Riposo

Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida e poi aggiungete il tutto alla farina. Impastate bene e dopo 5 minuti aggiungete il sale e continuate ad impastare per 10 min. Non abbiate paura se sentite l’impasto molto umido, la ricetta lo richiede!
Una volta finito l’impasto mettetelo a riposare per 12h in frigo all’interno di un contenitore, appoggiando il coperchio, non chiudendolo ermeticamente.



Formatura e Cottura

Giorno 2:

    Stendete l’impasto dei cracker integrali con un mattarello finchè non sarà molto sottile.
    Con l’aiuto di un piccolo coppapasta ritagliate dei cerchietti e disponeteli su una placca da forno coperta di carta da forno finchè non avrete finito l’impasto.
    Infornate per 10-15 minuti a 220°C finchè i crackers non si saranno dorati per bene!



Grissini

Potete provare a formare dei grissini con lo stesso impasto.



8 commenti
    • Chef Martino Beria
      Chef Martino Beria dice:

      Ciao Angela!
      Volendo usare il lievito madre sarebbe il caso di far lievitare per molto più tempo, in quanto sai che il lievito madre agisce più lentamente, sviluppando però caratteristiche organolettiche nettamente migliori rispetto all’utilizzo del semplice lievito di birra!

      Un saluto!

      Rispondi
  1. Pasquale
    Pasquale dice:

    Ciao. Mi chiedevo: se utilizzassi esclusivamente farina integrale? O al massimo con quale altra farina (che non sia 00) mi puoi consigliare di tagliare la farina integrale? Grazie

    Rispondi
    • Chef Martino Beria
      Chef Martino Beria dice:

      Ciao Pasquale! Prova assolutamente con della farina integrale di farro o a tagliare con un po’ di farina di segale o grano saraceno!

      Sappici dire come ti escono 😉

      Rispondi
    • Chef Martino Beria
      Chef Martino Beria dice:

      Ciao Linda! Potresti optare per un’opzione senza lievito, in cui fai l’impasto, lo stendi e lo cuoci al forno subito. Se lo lasci invece a riposo, inevitabilmente verrà inoculato da lieviti “indigeni” presenti nell’aria e nell’ambiente (spore di lieviti sono presenti ovunque), quindi partirà comunque una lenta fermentazione 🙂
      Posso chiederti perchè non vuoi usare il lievito? E’ solo una mia curiosità 🙂

      Un saluto!

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *