Insalatina asiatica

Fresca, croccante e delicata, ecco una insalata un po’ diversa dal solito: l’insalatina asiatica! Bastano cetrioli, germogli di soia, avocado, radicchio e cavolo cappuccio, una spolverata di semi di sesamo e un condimento speciale che da quel tocco orientale: olio, acidulato di umeboshi e salsa di soia! Un’insalata divertente e appetitosa che meraviglia gli occhi e il palato!

Antipasto di carote grigliate con cipolle e semi di zucca

Queste carote grigliate con cipolle e semi di zucca sono antipasto nuovo e colorato ma che all’occasione si trasforma in un appetitoso contorno. La dolcezza della carota si sposa con il gusto leggermente pungente della cipolla e insieme incontrano la croccantezza e il sapore tostato dei semi di zucca! Un piatto veloce e immediato che colora la tavola e stupisce i commensali.

Friselle con pomodorini

Le friselle con i pomodorini sono uno spuntino gustosissimo che adoriamo soprattutto d’estate! Le friselle sono un tipo di pane di grano duro, fatto a forma di tarallo cotto due volte in forno. Tradizionalmente questo avveniva per far sì che si conservasse anche durante l’inverno e per ammorbidirlo lo si bagnava un po’ in acqua. Le friselle, con nomi diversi da regione a regione sono tipiche del sud d’Italia e si gustano semplicemente, con del pomodoro, delle olive e tanto buon olio a crudo!

Insalata di patate

Fresca, colorata e saziante, l’insalata di patate, conosciuta anche come kartoffelnsalat, è il contorno ideale per l’estate! Fate bollire le patate e una volta fredde conditele bene con cetriolini sottaceto, maionese vegan e una spolverata di prezzemolo! Una volta portata in tavola, l’insalata di patate, con i suoi ingredienti semplici conquisterà grandi e piccini!

La ricetta della bruschetta al pomodoro

La bruschetta al pomodoro è proprio quel che ci vuole per preparare al volo un piatto estivo davvero ottimo, simbolo della nostra terra! A noi piace così, semplice semplice: pane pugliese, aglio e pomodoro freschissimo tagliato a cubetti, che profuma di olio extravergine di prima qualità e basilico! Di questa prelibatezza non ci stancheremmo mai!

.

Salvia fritta in pastella senza uovo

La salvia fritta: un aperitivo davvero sfizioso! Ci vogliono davvero pochi e semplici ingredienti per prepararla, e la pastella è assolutamente senza uovo: della salvia, possibilmente a foglia larga, e una pastella veloce fatta con farina, birra e sale! Noi l’abbiamo preparata con la farina di riso per renderla gluten-free, ma se non l’avete a casa, si fa benissimo anche con la farina di ceci o farina integrale, in più, abbiamo utilizzato la birra avanzata dalla cena di ieri, che anche se era un po’ sgasata, nella pastella ha sortito l’effetto voluto! Accompagnata da un bel bicchiere di kombucha, la salvia fritta in tempura, così croccante e profumata, non ha proprio rivali!

Il principio per preparare una pastella senza uovo è semplice: liquido freddissimo e una farina senza glutine. In questo caso la birra aiuta a gonfiare un po’ la pastella in frittura e mi raccomando alle temperature! La frittura ideale si fa con olio di semi di arachide a 150°C! Quindi termometro in mano per una salvia fritta da paura!

Come preparare la salvia fritta in pastella

Raccogliette della fantastica salvia dal vostro orto, preparate una pastella di tempura senza uovo con della farina di riso e della birra ghiacciata, immergetevi le foglie di salvia e friggete la salvia fritta in olio di arachide bollente a 150°C! Potrete così gustare una salvia fritta in tempura favolosa!

.

Gazpacho: la nostra ricetta non-originale

Il gazpacho è una ricetta tipica della tradizione culinaria spagnola. Questa zuppa fredda a base di pomodoro, aglio, cipolla, cetrioli e pan grattato è un piatto che i contadini preparavano per saziarsi durante le torride estati sotto il sole. La ricetta del gazpacho è davvero facile da preparare e si rivela molto pratica quando fa caldo e non si ha nessuna voglia di accendere i fornelli! E’ perfetta anche per chi si vuol tener leggero o è a dieta perché sazia senza appesantire!
Noi vi proponiamo la nostra versione, il gazpacho non-originale, ovvero non ci teniamo a dettare legge, in quanto è bello poter modificarla come più ci piace!

Come fare il gazpacho

Per un ottimo gazpacho ci vogliono verdure fresche e saporite, olio d’oliva estremamente buono, un po’ di pangrattato e il frullatore. Inserite il tutto nel frullatore, accendete e il vostro gazpacho è pronto!

La storia del gazpacho

La zuppa fredda andalusa più famosa al mondo affonda le sue radici nell’epoca medievale in cui con pochi ingredienti i contadini dovevano riuscire a mangiare a pranzo sotto il solo cocente dell’Andalusia! Ogni contadino inventava la sua ricetta ma era diffusa l’usanza di usare sempre la triade pomodoro-cipolla-cetriolo per un gazpacho autentico.

PROVA ANCHE: Dado secco vegetaleZuppa di zucca thailandese – Zuppa di miso
.