Lo chef di River Cottage Everyday presenta “Vegetariano gourmand”

Lo chef di River Cottage presenta “Vegetariano gourmand”, edito da Gribaudo, oltre duecento ricette vegetariane e vegane in un ricettario tutto colore e sapore! Hugh Fearnley-Whittingstall, chef e conduttore del tv-show britannico River Cottage (www.rivercottage.net), ha raccolto più di duecento ricette solo vegetariane (di cui un terzo vegane) in un ricettario che spazia dal comfort food, alle insalate, ma anche minestroni, zuppe, pasta, riso, stuzzichini, panificati, preparazioni senza cottura, contorni e ricette alla griglia o sul barbecue. Oltre alla bellissima e variopinta grafica con cui sono presentate le ricette e i contenuti, ci hanno colpito molto le foto, semplici, concrete e assolutamente efficaci nell’evocare il messaggio che Hugh vuole trasmettere di una cucina che riscopre i gusti semplici di una volta, sperimentando una cucina naturale, nuova e al contempo ben radicata nella tradizione, senza l’impiego di carne o pesce. Lo stesso autore, il quale non ha ancora sposato totalmente la dieta vegetariana, spiega nell’introduzione il perché ha deciso di scrivere un libro di sole ricette vegetariane. Il punto di vista di Hugh Fearnley-Whittingstall ci pare davvero interessante: ha un approccio molto aperto e consapevole nei confronti di aspetti che ci stanno molto a cuore come la sostenibilità ambientale, l’etica e il rispetto nei confronti degli altri esseri viventi, la salute. Tutto questo, viene raccontato con parole semplici, umane e dirette non soltanto ai vegetariani, ma anche agli onnivori senza la pretesa di “convertire” nessuno, ma di aprire la mente e il cuore verso un modo di cucinare e mangiare più sensibile e attento.

River cottage1

Lo stesso Hugh afferma “il mio scopo è cambiarvi la vita. Quello che voglio ottenere è convincervi a consumare più verdure, molte più verdure, arrivando addirittura a trasformare i prodotti nell’orto nel pilastro della vostra cucina quotidiana”. Ci piace il suo atteggiamento didattico propositivo, di come cambiare le nostre abitudini alimentari verso un consumo sempre minore di carne e pesce non sia soltanto auspicabile, ma allo stesso tempo facile e divertente. Hugh si è schierato in prima persona dalla parte dei vegetariani rivoluzionando il suo stesso concetto di cucinare, combattendo i suoi e gli altrui pregiudizi, sfidando i cliché e arrivando a cambiare il proprio stile di vita e quello della sua famiglia. Ci piace la sua schiettezza quando afferma “dovete togliervi dalla testa l’idea che senza carne qualsiasi piatto sia incompleto!”. Non è proprio questo il più grande degli ostacoli o dei pregiudizi? Quante volte vi è stato chiesto “ma se non mangi la carne cosa mangi?”. Bella sfida per uno chef onnivoro, vinta a testa alta, anche opponendosi a un atteggiamento molto diffuso di diffidenza e scherno da parte di noti chef nei confronti della cucina vegetariana. Lo chef di River Cottage, ci stupisce con un ricettario fresco e autentico, un onnivoro che si mette nei panni di un vegetariano con umiltà, consapevolezza e attenzione. Questo libro è davvero in grado di dare nuovi spunti e idee al vegetariano che vuole rinnovare il proprio repertorio ed è una guida perfetta per l’onnivoro che si avvicina curioso a un nuovo modo di mangiare che gli cambierà la vita.

Seguici su facebook, twitter, pinterest

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *