Fragole: frutto toccasana dalle mille virtù

Forse non tutti sanno che le fragole non sono solo dolcissime e belle da vedere. Fonte di potassio, vitamina C e fibre, le fragole attivano il metabolismo, contrastano le rughe e la cellulite, l’ipertensione e l’invecchiamento. Una dolcissima mano che ci viene data da madre natura

Funzione dimagrante:

Dovete sapere che le fragole, essendo composte per il 90% d’acqua, hanno pochissime calorie. Infatti, 100gr di fragole (5 o 6 frutti) corrispondono a soltanto 31 Kcal! Sono ricche di enzimi che attivano il metabolismo, aiutando, così, il nostro corpo a dimagrire più facilmente. Essendo ricche di fibre, poi, aumentano il senso di sazietà, migliorano il transito intestinale e fanno sì che assorbiamo meno zuccheri e grassi. Come se non bastasse, contenendo più potassio che sodio sono in grado di favorire la diuresi combattendo la ritenzione idrica.

Funzione antirughe e anticellulite:

Le fragole, grazie al loro alto contenuto di vitamina C (5 fragole contengono la stessa quantità di vitamina C presente in un’arancia), aiutano il corpo ad assorbire il ferro e a produrre collagene, la proteina in grado di prevenire le rughe, rafforzare i capillari sanguigni e ridurre la ritenzione idrica e, quindi, la cellulite.

Funzione sbiancante per i denti:

Sicuramente nelle pubblicità dei dentrifrici avrete sentito parlare di xilitolo…questa sostanza che previene il formarsi della placca ed elimina i germi, è contenuta anche nelle fragole!

Funzione antiossidante

Le fragole ci mantengono giovani! Ma come fanno? Ebbene, contengono sostanze antiossidanti con un’elevatissima capacità di assorbimento dei cosiddetti “radicali liberi”, responsabili dell’invecchiamento dei tessuti.

Seguici su facebook, twitter, pinterest.

2 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Fragole: frutto toccasana dalle mille virtù […]

  2. […] devono prestare attenzione al consumo di pompelmo, a causa di alcune interazioni farmacologiche. La fragola è un alimento ricco di proprietà nutritive utili per rigenerare dalle fatiche del cambio […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *