Bruxelles vieta l’uso del pesticida-killer in favore della sopravvivenza delle api

Ieri, 16 luglio 2013, a Bruxelles, la Commissione europea ha finalmente deliberato in merito all’uso del Fipronil, il pesticida-killer, altamente nocivo per le api. Su 28 Stati membri, 23 hanno votato a favore, tra cui anche L’italia. Secondo il Commissario Ue alla salute, Tonio Borg, si tratta di un “nuovo passo avanti contro il declino delle api”, ma non si tratta di un capitolo chiuso. Infatti, oltre al Fiponil, esistono altri tre pesticidi, letali per le api, su cui scatterà una moratoria, prevista per il prossimo primo dicembre e con durata di due anni. Una vittoria per le api, ma anche per tutta l’umanità. Gravissime sarebbero, infatti, le conseguenze se le api si estinguessero, perché questo porterebbe alla rapida estinzione anche del genere umano. Questo era stato già compreso e previsto da Albert Einstein, decenni fa, quando affermò “Se dovessero sparire le api dalla superficie della Terra, all’uomo non rimarrebbero più di quattro anni di vita. Senza le api non si ha impollinazione e quindi l’uomo sarebbe condannato all’estinzione!”. A questo proposito anche Greenpeace sta lavorando duramente per sostenere una campagna di sensibilizzazione e informazione per salvare questi piccoli insetti che, seppur piccoli, tanto fanno per il nostro ecosistema. Se volete saperne di più e sostenere l’iniziativa collegatevi al sito di Greenpeace.

Seguici su facebook, twitter, pinterest

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *