Il kombucha come non lo avevate mai conosciuto

Il Te Kombucha: benefici e proprietà

In questo articolo vogliamo raccontarvi la nostra scoperta del te kombucha avvenuta ancora un anno fa.
Stavano finendo di scrivere Vegano Gourmand e già ci stavamo dando alla fermentazione dei più disparati alimenti: in lista dovevamo assolutamente provare a fare il Kombucha.

Ma cos’è il kombucha?

E’ una bevanda, che attraverso il potere della fermentazione diventa viva: fornisce al vostro corpo sostanze che lo detossificano, lo energizzano, supportano il vostro sistema immunitario, migliorano il vostro sistema digerente e la vostra pelle, prevengono le malattie e risollevano il vostro spirito!
Il kombucha molto semplicemente è un te (o una miscela di te) che si fa fermentare attraverso una “mamma” (si , un po’ come quella dell’aceto, alcuni la chiamano fungo) che altro non è che un’unione simbiotica di diversi microrganismi, lieviti e batteri, racchiusi in una sacca polisaccaridica che li fa galleggiare al di sopra della superficie del liquido.

La “mamma”: cos’è e dove si trova?

Come dicevamo prima, questo te è una bevanda fermentata ad opera di batteri e lieviti che stanno racchiusi in una massa polisaccaridica che normalmente viene chiamata “fungo” o “mamma”. I microbiologi la chiamano “Medusomyces gisevii”, non propriamente un fungo, ma un ammasso di cellulosa, prodotto di scarto di uno dei microrganismi presenti e al suo interno, i quali sono coevoluti su un substrato di te e zucchero: vediamone alcuni.
Batteri:
– Acetobacter: A. xylinum, A. pasteurianus, A. aceti, A. nitrogenifigens
– Gluconobacter: G. oxydans, G. kombuchae (quello che produce cellulosa)
– Lactobacillus

Lieviti:
– Bretanomices (quelli che danno al kombucha il tipico sapore di birra Birra Lambic – Wiki): B. intermedium, B. bruxxellensis
– Zygosaccharomyces
– Saccharomices: S. cerevisiae, S. bisporus, S. ludwigii
– Candida: C. Kefir

Kombucha: dove acquistarlo?

Per acquistare la “mamma” vi consigliamo questo sito internet dal quale l’abbiamo comprata la prima volta: KOMBU.DE

il fungo del te kombucha

Le proprietà del kombucha

Questo functional food è ricco di composti utili al nostro metabolismo e alla nostra salute, vediamone alcuni:
acido acetico: fortissimo antibatterico, anche responsabile delle note acetiche della bevanda.
amminoacidi: i mattoni delle proteine e responsabili nei processi neuronali e nel metabolismo.
Vitamine del gruppo B: B1,B2, B3, B5, B12 (proprio così!, la vitamina B12 si trova negli alimenti fermentati, perché ricchi di microrganismi)
acido butirrico: aiuta la salute dell’intestino; scova e distrugge il cancro al colon e le infiammazioni.
acido caprilico: riduce la pressione sanguigna ed è un potente antimicrobico.
– catechine e altri polifenoli: fortissimi antiossidanti.
acido citrico: agente alcalinizzante.
acido decanoico: aumenta il colesterolo HDL e diminuisce l’LDL (ma se siete vegani questo problema non vi tocca più)
acido glucarico: aiuta la detossificazione della carcinogenesi, da ormoni e da altre tossine nel fegato.
acido lattico: aumenta le performance fisiche.
alcool feniletilico: un composto aromatico dalle note floreali.
acido propanoico: agente anti muffa molto forte, utile a proteggere il kombucha.
acido succinico: è un forte antibiotico.
batteri e lieviti (che abbiamo visto prima)
vitamina C: essenziale per la produzione di collagene, per curare ferite, per la manutenzione dei vasi sanguigni e delle cartilagini. Inoltre aiuta l’assorbimento del ferro.

I benefici del kombucha

Bere questa bevanda favolosa vi aiuterà per:
– il reflusso acido
– l’acne
– l’ansia
– l’artrite
– l’arteriosclerosi
– la colite
– la depressione
– il diabete
– l’eczema
– il sovrappeso
– la fatica
– la fibromialgia
– il mal di testa
– l’ipertensione
– l’ipoglicemia
– l’indigestione
– la sindrome premestruale
– l’avvelenamento da radiazioni
– i reumatismi
– il metabolismo lento
– i capelli deboli
– la tonsillite

Come preparare il Kombucha

Per preparare il kombucha seguite la nostra ricetta:

Come fare il te kombucha fatto in casa!

7 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] leggere tutte le proprietà e saperne di più, vai all’articolo tratto […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *