Bacche di Acai

Originarie della foresta Amazzonica, le bacche di acai, sono il frutto dell’Euterpe Oleracea, pianta che raggiunge gli 80 metri di altezza. Per raggiungerle e coglierle è quindi necessario che degli uomini molto agili (e coraggiosi) si arrampichino muniti di machete fino alle cime, dove si trovano i grappoli di bacche.
Solo ultimamente gli scienziati hanno scoperto le innumerevoli virtù e proprietà delle bacche di acai, piccoli frutti blu, invece conosciuti e utilizzati da secoli dalle popolazioni dell’America Meridionale. La loro forma e il loro colore blu viola ci ricordano i più familiari mirtilli, ai quali assomigliano anche dal punto di vista delle proprietà organolettiche, infatti entrambi i frutti sono ricchissimi di antiossidanti.

Proprietà e benefici

Secondo recenti studi, è stato comprovato l’altissimo contenuto di antiossidanti presenti nelle bacche di Acai, che come è ben noto, ostacolano l’invecchiamento (o l’ossidazione) dei tessuti e proteggono al contempo il sistema cardiocircolatorio.
I frutti di Acai sono ricchi di polifenoli (antocianine e flavonoidi), acidi grassi omega 3, 6 e 9 per non parlare del fatto che sono degli ottimi integratori di vitamina C.
Consumare queste bacche, non ci viene utile solamente per combattere il passare del tempo e quindi il deterioramento dei tessuti, ma apporta grandi benefici sulla nostra vista, sulla gestione dello stress e della fatica e ritarda e attenua i disturbi legati alla menopausa.
Alle bacche di acai è anche attribuita una funzione “afrodisiaca” dal momento che, stimolando flusso di sangue nel sistema circolatorio, migliora le prestazioni sessuali maschili.
Infine, un importante studio pubblicato dal Journal of Agriculture and Food Chemistry ha dichiarato che assumere integratori a base di bacche di acai contrasta la proliferazione di cellule cancerogene dell’86%.

Prodotti a base di bacche di Acai

Siccome le bacche di Acai, una volta raccolte, si deteriorano molto rapidamente, è molto difficile, se non impossibile per noi Europei riuscire a gustarle fresche.
Molte però sono le soluzioni che possiamo trovare per poter integrare le proprietà delle bacche di acai nella nostra dieta.
Consigliamo di consumare solo integratori e succhi a base di bacche di acai provenienti da agricoltura biologica, quindi coltivate senza l’uso di pesticidi, che trovate in erboristeria o negli shop online.
Per noi che non viviamo in Amazzonia sarà più facile assumere le bacche sottoforma di capsule, polvere da disciogliere in acqua o succo.
Straordinariamente gustosa e decisamente pratica è la versione in purea di Acai, testata e degustata da noi personalmente. Ancora meglio del succo di acai, la purea di acai non contiene acqua di diluizione ed è naturale al 100% (senza zuccheri, eccipienti o coloranti). Conferisce energia e benessere in maniera tangibile già dopo pochi giorni dalla prima assunzione.

 

Purea di Acai
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *