Pannolini lavabili come si usano

Pannolini lavabili: la nostra esperienza

Pannolini lavabili contro usa e getta: perché sceglierli?

Oggigiorno, tendiamo ad avere un occhio di riguardo verso la tematica ambiente e sostenibilità, siamo più inclini a riflettere sull’impatto che la nostra vita ha sul pianeta e questo ci rende più consapevoli delle nostre azioni.
Questo accade quando si va al supermercato e si sceglie di comprare cibo biologico o a km0, quando si prediligono detersivi fatti in casa o naturali o si preferisce eliminare il più possibile l’acquisto di prodotti usa e getta.
Nel momento in cui si diventa genitori, poi, si desidera ancor di più che il mondo sia un posto migliore in cui far vivere la nostra creatura e questo ci motiva a fare la nostra parte.

La mia scelta di alimentarmi con cibi di origine vegetale non è stata solo una scelta etica ma conscia anche dell’impatto ambientale che la dieta tradizionale comporta.
Optare per dei pannolini lavabili all’arrivo di Goran, mi era sembrata da subito la scelta più responsabile e ovvia.
Tuttavia, per mesi prima della sua nascita, sono stata scoraggiata da amici e parenti, che più e più volte mi hanno dato della pazza a voler allontanarmi dal progresso rappresentato dai pannolini usa e getta.
Da chi non si era trovata bene e dopo poco aveva venduto tutto il suo kit alla migliore offerente, fino a colei che sgranando gli occhi mi pregava di non farlo perché “sarei stata seppellita dai panni sporchi”.

pannolini lavabili contro usa e getta

Come funzionano i pannolini lavabili e quali scegliere

Alla fine, da mamma alle prime armi, ho optato per dei pannolini ecologici, un buon compromesso per i primi tempi.
Esatto, per i primi tempi.
Chi di voi ha familiarità con il segno del Capricorno, ne riconoscerà sicuramento l’indole paziente, ma testarda e perseverante.
E quella strana capra cocciuta sono proprio io, che all’inizio mi sono lasciata influenzare un po’ per stanchezza un po’ per ingenuità, ma che alla fine, dopo mesi di ricerche e letture ha preso in mano il telefono e ha prenotato il suo primo kit di pannolini lavabili.
Ringrazio moltissimo la presenza di siti, gruppi facebook e associazioni che promuovono i pannolini lavabili e informano su come organizzarsi e gestire il tutto.
Io mi sono rivolta a Sotto Il Cavolo un’associazione della mia zona e dopo un caffé e una chiacchierata con la mitica Orsola, mi sono portata a casa un box pieno di tutti i tipi di pannolini in commercio.

Kit prova pannolini lavabili

Pittore fa un controllo qualità del kit prova di pannolini lavabili!

Come ho iniziato?

All’inizio ho dovuto prendere confidenza con il nuovo sistema. Ci sono davvero tanti tipi di lavabili, si parte da quelli “delle nostre nonne” formati da un panno piegato, chiuso con una o più spille (tranquille, non si usano più le spille da balia ma dei sostituiti più sicuri e graziosi) e una cover impermeabile. Poi ci sono quelli più moderni in fibra sintetica con degli inserti assorbenti in una tasca interna o attaccati con un bottoncino. Si differenziano per spessore, tipo di chiusura (velcro o bottoni), tessuti e inserti.
Qui sotto trovate un’infografica riassuntiva.

Pannolini lavabili tipi

Cominciare da un kit di prova è stata assolutamente la scelta migliore per me. Ho provato uno alla volta tutte le tipologie e de diverse marche, ho imparato a lavare in modo più ecologico ma allo stesso tempo efficace.
Dopo un mese di utilizzo ho restituito il mio box e sapete che tipologia ho deciso di usare?
Forse l’avrete già immaginato, ma ho optato per i muslim + cover! Per me è la soluzione più gestibile e flessibile di tutte, non è per nulla complicato da organizzare per i lavaggi ed è davvero molto economico. Infatti, al momento il mio set è composto di 4 cover, 14 muslin, un rotolo di pezze raccogli pupu lavabili e 2 spille. Ho calcolato che questo set mi è venuto a costare circa 85 euro.
Tenete conto che per la notte al momento uso prevalentemente usa e getta ecologici, ma conto di passare presto ai lavabili.
Una volta iniziato, ho capito che non è così complicato o dispendioso, anzi, che ce la si fa benissimo e che avrei potuto iniziare sin dai primi giorni.

Pannolini lavabili: sì o no?

Il mio consiglio è fare domande se non si è sicuri, ma di non aver paura di sbagliare. Oltre che alle associazioni della vostra zona, potete rivolgervi a consulenti private (ce ne sono ogni giorno sempre di più!) e spesso i siti che vendono i pannolini lavabili offrono anche un ottimo servizio assistenza.
Infine, controllate se nel vostro comune ci sono delle agevolazioni fiscali per chi utilizza pannolini lavabili. In alcuni comuni poi, come quello di Este (PD), donano un lavabile per ogni bambino nato, se la famiglia lo desidera.

Link utili

Lascio alcuni link utili consultati personalmente che mi sento di consigliare.

Siti che vendono pannolini lavabili:

Ecobaby
Elobaby
Cuore Lavabile

Gruppi Facebook per sostegno, scambio e acquisto:

Il mercatino di Elobaby
Gruppo pannolini lavabili e supporti

Associazioni:

Sotto il Cavolo (Mira – VE)
Non solo Ciripà
Pannolini Consapevoli

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *