EcoSlovenia: Tappa 1-2

115km – 1500m dislivello

Ho iniziato il viaggio da casa mia, montando in sella alla Wilier Jaroon piena di borse, dopo aver studiato ogni dettaglio della Gear List che avrei dovuto portare via.
Per sapere cosa mi sono portato via, leggete l’articolo: cosa mi sono portato e cosa non mi è servito!
Gli ultimi giorni prima della partenza sono stati una follia!
Corse su e giù per il mondo da uno sponsor all’altro per sistemare gli ultimi dettagli: da Argentin Cicli per gli ultimi accorgimenti tecnici sulla bicicletta e da Mem Cycling Wear per la divisa ufficiale!
Poi corri fino dal mio amico Budu per farmi prestare la GoPro! Insomma, corse su corse!
Poi il giorno è arrivato, era la mattina del 10 maggio, un sole bellissimo in cielo e tutto sembrava promettere il meglio!

Sono montato in sella alla mia bicicletta e ho iniziato a pedalare fino a Mestre, dove ho preso un treno per Gorizia Centrale.
Dopo due ore di viaggio tranquillissimo sono smontato e ho pedalato fino a Nova Gorica, dai miei nonni materni.
Abbiamo pranzato assieme e poi mi hanno salutato, chiedendomi per l’ultima volta se fossi sicuro di quel che stavo facendo…

Tappa 1

Ho iniziato così la prima tappa dell’EcoSlovenia tour, risalendo la valle dell’isonzo, (Dolina Soče)!
Anche qui gli sponsor sono stati fondamentali!
L’ente del turismo della valle dell’Isonzo mi ha trovato un alloggio bellissimo poco prima di Tolmin (Apartment Cvetje), e mi ha organizzato un giro alle gole di Tolmin, un luogo incantevole dove il fiume ha scavato canyon nella natura incontaminata.

Apartment Cvetje si trova poco prima di Tolmin, in cima ad una salita da panico con uno strappo al 20% della lunghezza di 700 metri. Ma la fatica è subito ripagata dal bellissimo appartamento, tutto rifinito a mano da Matej, il proprietario, che mi ha mostrato il bellissimo giardino perfetto per le famiglie con bimbi!
Da li, sono a portata di mano tantissimi giri in bicicletta, trekking tour, e visite culturali alle città limitrofe.

Tappa 2

Dopo la prima notte, ho proseguito la mia strada fino a Kobarid e da li a Bovec, dove sono passato davanti a Boka, la più grande cascata d’Europa! Quella notte sono stato ospitato dal glamping Adrenaline Check, dove ho dormito in una capanna bellissima e ho cenato assieme ai ragazzi del camping attorno al fuoco! Sono andato a visitare le cascate di Virje e ho fatto un giro nel bosco attorno a Bovec.
Diciamo che le prime due tappe sarebbero state una tappa spezzata, dettate dai luoghi che mi hanno ospitato, non dal chilometraggio, ed erano preparatorie alla terza tappa, molto più impegnativa!