Digital StillCamera

Orto biologico in casa: ecco cosa piantare a novembre!

L’orto biologico fatto in casa

Perché non provare a crearci un orto biologico in casa nostra? E per chi non ha spazio verde sotto casa, c’è qualche alternativa? Assolutamente sì, basta un piccolo davanzale, che altro non è che un piccola serra a cielo aperto, più facile da gestire, più semplice da controllare e che può produrre senza alcun limite verdure sane, nutrienti e soprattutto biologicamente naturali.

E si può fare anche ora, a novembre; nelle prossime righe descriverò brevemente quattro ortaggi che troviamo spesso nei nostri piatti, facili da preparare ma ancora più facili da coltivare, in quanto non necessitano di trapianto ma una volta piantato il seme, tutto crescerà lì.

Carota, spinacio, fava e pisello, sebbene siano apparentemente diverse, soffrono delle medesime criticità come la luce diretta ed il ristagno idrico, basta una minima innaffiatura mattutina tale da non lasciare mai la terra secca, in quanto col secco deperiscono in brevissimo tempo.

La carota è un ingrossamento della radice, quindi è bene partire da un vaso alto con terriccio fertile, consiglio quello quadrato di dimensioni 45x45x45cm, dentro il quale fare 10 buche distanziate, e in ogni buca mettere a dimora 3 semi e ricoprirla. Dopo circa 30 giorni avrete delle carinissime piantine alte 5cm spuntate dalla terra; a questo punto fate un diradamento così da ottenere solo una piantina per buca, quella cresciuta meglio. Dopo due mesi e mezzo dal diradamento le carote saranno pronte per essere raccolte, il momento ottimale è quando vedrete le foglie divenire gialle.

Lo spinacio, originario dell’Asia, ricco di ferro ed altri minerali, si può usare in cucina per tantissime pietanze, e ci possiamo creare una produzione continua in casa. Vediamo come. Se partiamo dall’ orto sotto casa, armatevi di rastrello e date una bella passata per togliere le infestanti e far arieggiare il terreno. Fate una concimazione, poi delle piccole buche profonde pochi cm e distanti 20cm l’una dall’altra. Mettete a dimora 3 semi per buca e dopo un mese operate un diradamento. Dopo 2 mesi lo spinacio è pronto, raccogliete 5-6 foglie per pianta lasciando il germoglio centrale che permetterà di produrre a breve altre foglie.

Ho descritto la carota in vaso e lo spinacio in orto, ma sono due verdure intercambiabili, quindi potete fare tranquillamente carota in orto, e spinacio sul davanzale. Per lo spinacio non serve però una vaso alto 45cm.

Fava e pisello sono due legumi molto simili, producono baccelli con semi, e si coltivano allo stesso modo. Vaso alto 40cm, buchette profonde 5-6cm, 2-3semi per buchetta, diradamento a 20 giorni, raccolto ad Aprile.

Seguici su facebook, twitter, pinterest

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *