Mangiare più frutta e verdura: aumentiamo le quote verdi in cucina!

Mangiare più frutta e verdura è essenziale per migliorare la qualità della nostra dieta, regolare il funzionamento del nostro organismo, dimagrire e combattere l’insorgere dei radicali liberi che attaccano le nostre cellule… insomma, sono la chiave per migliorare la nostra vita! Questo non significa eliminare drasticamente carne e pesce o diventare da un giorno all’altro vegetariani o addirittura vegani, ma si tratta di aumentare le porzioni di verdura e di frutta che consumiamo durante i pasti. É stato dimostrato scientificamente che mangiare mangiare più frutta e verdura non solo migliora la salute ma allunga la vita! Secondo uno studio condotto presso la Karolinska Institut di Stoccolma da un gruppo di ricercatori guidato dal dottor Andrea Bellavia, le persone che mangiano 5 porzioni di frutta e di verdura al giorno hanno una longevità superiore rispetto a chi ne consuma meno di 5 porzioni o a chi mangia verdura solo sporadicamente. Nello studio si parla di un allungamento della vita di circa 3 anni, per chi consuma molta frutta e verdura con regolarità, e di una diminuzione dell’aspettativa di vita di circa 1 anno e mezzo per chi non lo fa. Studi scientifici a parte, chiunque abbia provato ad aumentare le proprie quote verdi in cucina avrà sicuramente sperimentato una sensazione di benessere e un appesantimento molto inferiore rispetto a una dieta incentrata su grandi porzioni di carne o pesce. Infatti, consumare pochissime quantità di carne e pesce o eliminare questi alimenti del tutto, porta moltissimi benefici come una diminuzione del rischio di infarto e tumori, minor costipazione, maggior apporto di antiossidanti e vitamine, minor apporto calorico contenuto nei grassi animali e maggior digeribilità (solo per citarne alcuni!). Non si tratta, quindi, di sconvolgere la nostra routine culinaria, ma di rinnovarla, scoprendo nuovi sapori, imparando a cucinare ingredienti che prima ignoravamo e, soprattutto, renderci la vita più sana e allungarla un po’!

Seguici su facebook, twitter, pinterest

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *