Il Castelmagno: un formaggio da conoscere e apprezzare!

Il Castelmagno è un prodotto tipico della gastronomia italiana, specialmente della zona del comune di Castelmagno che si trova tra le Alpi Marittime e le Alpi Cozie, nella provincia di Cuneo. L’origine di questo formaggio è davvero antichissima: infatti era già conosciuto e nel 1100 e già allora era un prodotto molto rinomato. É dal 1996 che gli è stato conferito il riconoscimento della Denominazione d’Origine Protetta (D.O.P). Attualmente la zona di produzione è situata tra i comuni di Castelmagno, Pradleves, Monterosso Grana e Alta Valle Grana, tutti in provincia di Cuneo. Il Castelmagno fa parte, come il Gorgonzola, dei cosiddetti formaggi erborinati o a pasta blu. Il termine “erborinato” deriva dal dialetto lombardo “erborin” che significa prezzemolo, poiché questi formaggi, data la presenza di muffe appartenenti al genere Penicillium, appaiono verdognoli all’esterno e ricordano alimenti contenenti il prezzemolo. Il Consorzio Castelmagno e le aziende produttrici sono sottoposte a controlli costanti da parte di un organismo esterno, l’Istituto Nord Ovest Qualità, che tutela il consumatore valutando la qualità del formaggio, si accerta che il prodotto finale corrisponda ai requisiti previsti e autorizza l’azienda all’uso del marchio di origine. Per questa ragione, al momento dell’acquisto, si consiglia di controllare la presenza del marchio. Il Castelmagno grazie al suo sapore salato, forte e piccante (più o meno marcato a seconda della stagionatura) è perfetto per insaporire e stravolgere un primo piatto con una sola grattata! Se volete prendere spunto, eccovi due nostre ricette con il Castelmagno:

Risotto di zucchine e melanzane con Castelmagno e chips di barbabietola

Gnocchi di zucca al Castelmagno

Seguici su facebook, twitter, pinterest

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *