I nostri alleati contro i mali di primavera

Alla sbocciare di fiori, colori e profumi, in molti soggetti possono contrapporsi dei disturbi che vanno ad alterare l’equilibrio psico-fisico, in maniera lieve o più accentuata.

Le cause

La causa di questi fastidi, secondo gli studiosi più accreditati, risiederebbe nelle variazioni endocrine e in quelle dei neurotrasmettitori implicati nella sfera dell’umore.
L’organismo umano risente dei cambiamenti di temperatura, dell’umidità, e del vento. Ciò che influenza maggiormente il disagio vissuto all’arrivo della primavera è la differente quantità di luce solare: complice l’ora legale, si fa buio un paio d’ore dopo rispetto all’inverno, e ciò induce a posticipare il termine della giornata e quindi ad aumentare il senso di stanchezza.

I disturbi del cambio stagionale

Il mal di primavera può generare spossatezza, pessimo umore, sonnolenza e perdita di concentrazione. Si aggiungono inoltre stati d’ansia, irritabilità, disturbi digestivi e intestinali, e mal di testa. Le donne soffrono il cambio di stagione più degli uomini; soggetti a rischio sono anche le persone che soffrono di meteoropatia, attacchi d’ansia e depressione, ed infine soggetti allergici.
Per rimediare ai disagi che porta l’inizio della bella stagione, oltre a praticare dell’attività fisica e mantenere il giusto numero di ore di riposo, possiamo affidarci a qualche alimento che madre natura ci mette a disposizione.

POMPELMO E FRAGOLE

Ogni frutto è un valido integratore di sali minerali e vitamine per prepararci alla primavera.
Il pompelmo si rivela un valido drenante: ricco di acidi organici, nello specifico il malico e il citrico, contiene molto potassio e ferro. Racchiude molta acqua, vitamina C e P, e antiossidanti. Rispetto agli altri agrumi, ha un bassissimo apporto energetico, e ciò lo rende indicato nelle diete ipocaloriche.
I soggetti che assumono abitualmente farmaci devono prestare attenzione al consumo di pompelmo, a causa di alcune interazioni farmacologiche.
La fragola è un alimento ricco di proprietà nutritive utili per rigenerare dalle fatiche del cambio stagionale. Contiene vitamine, fosforo, calcio, ferro, e acido salicilico. Le tecniche erboristiche la utilizzano per le sue proprietà rinfrescanti, diuretiche e per alleviare i gonfiori tipici della primavera.

FAGIOLI E PISELLI

I fagioli sono molto nutrienti, ricchi di proteine e di vitamina A. Contengono inoltre calcio, fosforo, ferro e potassio. Anche grazie al loro elevato contenuto proteico, sono un alimento importante per combattere senso di spossatezza e stanchezza.
I piselli sono molto energizzanti grazie al loro contenuto calorico. Essi possiedono molte proteine, vitamina A ed E, potassio e magnesio. I piselli aiutano il lavoro intestinale per la notevole quantità di fibre in essi contenuta. Sono un discreto diuretico, e godono di proprietà toniche e rimineralizzanti.

RISO E ASPARAGI

Il riso, adatto anche per gli intolleranti al glutine, è un cereale consigliato per affrontare le difficoltà delle primavera grazie alla sua digeribilità, diminuendo la sensazione di sonnolenza dopo pasto. E’ un alimento rinfrescante e disintossicante, ricco di fibre per aiutare l’evacuazione intestinale.
Gli asparagi, che eventualmente ben si addicono in un risotto, sono poco calorici, ricchi di vitamina A, B e C, calcio, fosforo e potassio. Aiutano la rigenerazione cellulare, e svolgono un’ottima funzione diuretica per eliminate le tossine accumulate durante l’inverno. Dulcis in fundo, pare abbiano una funzione antidepressiva, ideale per contrastare la negatività del cambio stagionale. L’abbinata riso e asparagi la ritroviamo nel risotto di asparagi, un’ottima e sanissima ricetta, perfetta per la stagione primaverile!

LIQUIDI E AROMI

E’ opportuno bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno per aiutare la depurazione del corpo.
Eliminare le sostanze eccitanti, quali il tè, caffè e cioccolata; largo spazio a ginko biloba e pappa reale per favorire la concentrazione.
E’ concesso usare l’olio extra vergine di oliva e le erbette aromatiche, quali timo, salvia, basilico, origano: migliorano la circolazione e colorano i nostri piatti.

Seguici su facebook, twitter, pinterest

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *