I formaggi vegani sono l’alternativa cruelty-free al formaggio tradizionale a base di latte vaccino o caprino. E dal momento che sono un prodotto sempre più presente nell’assortimento di negozi e supermercati, abbiamo pensato di dedicare un intero articolo al formaggio vegano e a quali, a nostro avviso, sono i migliori marchi in vendita al momento.

Il formaggio vegetale per chi non lo ha ancora provato

Prima di vedere quali sono i formaggi vegani che ci hanno convinto di più, è importante fare una breve ma necessaria differenziazione sulle tipologie più diffuse, per chi non li ha ancora mai assaggiati.
Chi è semplicemente curioso o li vuole acquistare perché intollerante al latte o al lattosio, il formaggio vegetale si presenta in vari formati, qualità, con ingredienti diversi e può essere o non essere stagionato.
Infatti, proprio come avviene con i formaggi tradizionali, troviamo spalmabili freschi, formaggi vegetali a pasta tenera oppure stagionati, o già venduti già tagliato a fette o grattugiato.
A chi ci chiede “ma il gusto è lo stesso?” non possiamo dare una risposta valida per tutti. Molti condividono con il formaggio tradizionale solo la forma, l’aspetto o la funzione, altri invece, non sono solo molto vicini per sapore e aroma a un buon formaggio, ma talvolta superano i loro predecessori di origine animale.

Perché il formaggio vegano costa così tanto?

Molti sostengono che il formaggio vegano costi troppo. In generale i prezzi sono più alti rispetto al formaggio prodotto con derivati animali e questo dipende dal fatto che i produttori caseari fondano il proprio business su materie prime (il latte e il caglio animale) che hanno costo quasi pari a zero, Infatti, forse non  né le mucche né le capre percepiscono un compenso per il latte che producono. Al contrario, il formaggio vegan, non prevedendo lo sfruttamento animale, viene realizzato a partire da materie prime che inevitabilmente hanno un costo molto superiore al latte animale, come anacardi, mandorle, soia, noci, macadamia etc.
In un’ottica di sostenibilità e eticità si può pensare di modificare le proprie abitudini di consumatori e acquistare meno ma di miglior qualità.

Il formaggio vegano fatto in casa o comprato?

Si possono autoprodurre diversi tipi di formaggi vegetali in casa, utilizzando strumenti presenti in ogni cucina, ingredienti reperibili e con pochi semplici passaggi. Noi stessi abbiamo raccolto diverse ricette su Vegano Gourmand che potete trovare a questi link e divertirvi a sperimentare.
Acquistarli già fatti può essere molto comodo per averlo pronti all’utilizzo per i pasti di tutti i giorni, soprattutto se non si ha molto tempo di prepararli da sé. 
La possibilità di trovare in commercio sempre più prodotti di questo tipo è molto importante per avvicinare sempre più persone a un’alimentazione a base vegetale, più sana e sostenibile.

I migliori formaggi vegetali: la nostra classifica

Da bravi gourmand abbiamo voluto assaggiare (quasi) tutti i formaggi vegetali che finora abbiamo trovato in commercio e se alcuni ci hanno lasciato qualche perplessità o addirittura delusi, ce ne sono alcuni, invece, che ci hanno convinto e vi vogliamo consigliare.
  • cashewficio
  • fermaggio
  • jayandjoy

Bert: il nostro formaggio vegano preferito!

Senza nulla togliere agli altri ottimi prodotti di cui abbiamo parlato prima, il nostro cuore batte forte per Bert, un formaggio a crosta fiorita 100% vegetale e biologico, ricettato personalmente da Martino. Ci sono voluti quasi due anni di ricerche, prove e assaggi… per questo ci siamo molto affezionati! 
Bert nasce da una nostra sconfinata passione per i formaggi francesi bianchi, dalla superficie vellutata e dall’interno morbido e gustoso. Per ottenere una forma di Bert sono stati selezionati solo ingredienti vegetali biologici e abbiamo voluto che fosse un prodotto artigianale ed autentico. Ha un profumo e un gusto sorprendenti, è quel sapore che si ricerca alla fine di un pasto o per dare uno sprint di gusto a una pizza, un risotto, una pasta o anche a una vellutata. Non serve dire che anche mangiato semplicemente con una fetta di buon pane, da il meglio di sé.
Bert si può acquistare sul nostro shop o su quello di thehomebakery.it e presto arriverà anche in alcuni punti vendita in tutta Italia (vi terremo aggiornati).
Se lo avete provato lasciateci un commento e raccontateci come vi piace mangiarlo!
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *