Dieta gluten-free: una scelta felice

Un cattivo funzionamento intestinale compromette la salute dell’intero organismo, per questo è importante considerare l’eventualità di un intolleranza al glutine e quindi di una dieta gluten-free.

La mia esperienza con questo problema ebbe inizio circa cinque anni fa, quando cominciai ad accusare una varietà di sintomi quali gonfiore addominale, stitichezza alternata a diarrea, eruzioni cutanee, micosi, sovrappeso, alopecia, infezioni da candida, amenorrea, stanchezza cronica e depressione.

Ovviamente erano tutti campanelli d’allarme, segnali che allora ancora non riuscivo a comprendere.

Dopo una carrellata di esami e visite specialistiche inconcludenti, decisi di rimboccarmi le maniche e fare delle ricerche sulla medicina alternativa, l’alimentazione naturale, l’Igenismo e varie testimonianze in rete che denunciavano i miei stessi sintomi. Fu allora che collegai finalmente le mie patologie con l’intolleranza al glutine.

La mia vita stava subendo un gravissimo danno, perciò, grazie alla ferrea volontà di rimettermi in salute, presi una decisione drastica.

Già seguivo una dieta vegana senza alcun derivato animale, ma fu quando cominciai ad eliminare il frumento, i cereali con glutine e i derivati, nonché lo zucchero raffinato e lieviti, che la mia vita cambiò radicalmente in positivo.

Mi prefissi di seguire un’alimentazione prevalentemente crudista, ricca di frutta e verdura fresche, germogli, semi oleginosi , frutta essiccata, e ancora legumi, riso integrale, quinoa, amaranto, miglio, grano saraceno. Scoprii che di questi prodotti si trova in commercio la pasta, ma anche le farine ottime per pizze, pane e dolci.

Insomma avevo veramente a disposizione una quantità di prodotti tale da sopperire a qualsiasi bisogno e golosità. Già dopo un paio di mesi i risultati erano strabilianti!

Perciò ai neofiti dell’argomento e a chi nutre dei dubbi posso garantire che si tratta di una dieta ricca di tutti i nutrienti, varia, saporita e colorata. Senza contare l’energia e la salute recuperate, il buon umore e la grande gioia di vivere.

Non è da sottovalutare infine il dato emotivo e psicologico, nonché lo stile di vita.

Una dieta sana, po’ di relax o meditazione e attività all’aria aperta sono fondamentali per riequilibrare tutte le nostre funzioni psicofisiche.

Trovate un po‘ di tempo per voi stessi, ascoltatevi e amatevi.

Seguici su facebook, twitter, pinterest

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *