cane-spiaggia

Fido, prepara la valigia! Consigli per trascorrere le vacanze con il cane

Fido, prepara la valigia! Consigli per trascorrere le vacanze con il cane

L’arrivo in casa di un cane è sempre un avvenimento gioioso, ricco di entusiasmo e sentimento. Qualsiasi sia la scelta che spinge ad adottare un cane, la famiglia si allarga. Diventare genitori di un quattro zampe ci regala affetto, allegria, ci illustra il concetto di lealtà. Ma oltre a questo, prendersene cura comporta impegno, dedizione, responsabilità e compromessi. Accogliere un cane significa vivere con lui, non possederlo.

I dilemmi delle vacanze con Fido

Le meritate vacanze sono in fase di pianificazione, e il giorno della partenza si avvicina. Qui sorge il problema: organizzare una vacanza a dimensione “famiglia” già è complesso, immaginiamoci doverlo fare a dimensione “famiglia più un cane”. Non sempre è facile trovare delle strutture turistiche disposte ad accogliere Fido, specialmente se è di grandi dimensioni. Talvolta gli alberghi accettano i cani ma non nei luoghi comuni, e ciò esclude la sala da pranzo, la piscina, l’accesso alla spiaggia… insomma, un modo alternativo per dire che preferiscono solo clienti bipedi.
Può accadere che nella località prescelta le strutture che accolgono cani sono esaurite, o nemmeno esistano. Una pensione per animali domestici potrebbe essere una alternativa. Ma non sempre la si trova comodamente vicina, e spesso è una scelta costosa, da prenotare con un buon anticipo. La vicina di casa non si prende l’impegno di accudire il cane e i parenti più vicini sono in vacanza pure loro.
E allora, come fare?

I dati sull’abbandono

Come tutti gli anni, ecco che ritorna in tutta la sua crudeltà la piaga dell’abbandono degli animali domestici. I dati affermano che siano più di 100.000 i cani abbandonati all’anno, la maggior parte dei quali durante i mesi estivi.
Abbandonare il cane, oltre a rinnegare l’amore che gli si era promesso e fotografare l’inciviltà umana, aumenta il problema del randagismo. Ciò comporta delle conseguenze a livello igienico-sanitario con l’aumentare delle malattie, e il rischio che i cani abbandonati, in difficoltà o per fame, possano aggredire altri animali o persone, o provocare incidenti automobilistici. Questo è il numero verde da chiamare se trovate un animale abbandonato: 800 137 079

Benvenuto Fido!

Fortunatamente le strutture ricettive che sono felici di ospitare i cani ci sono. Senza limitazioni, alcune di queste offrono un servizio completo, mettendo a disposizione ciotole, box dedicati e giochi vari. Degli opuscoli illustreranno le attività a cui può partecipare anche il cane, per esempio passeggiate ed escursioni. Il personale di appartamenti o bed and breakfast, sarà disponibile a indicare i ristoranti e le spiagge dove fido può scorrazzare liberamente. Alcuni siti forniscono utili consigli per programmare le vacanze con il cane. Per esempio, www.vacanzeanimali.it e www.vacanzebestiali.org, forniscono un elenco delle strutture italiane, suddivise per regione e tipologia, proponendo delle offerte e dei last minute. I clienti possono lasciare un commento sulla qualità delle strutture dove hanno alloggiato. DogWelcome (www.dogwelcome.it) offre lo stesso prodotto del sito precedente, con uno sguardo anche all’estero, indicando le norme e i regolamenti degli altri stati.

Consigli per un viaggio sereno con il cane

In Italia è obbligatorio trasportare i cani in modo da non intralciare il pilota, quindi si possono utilizzare dei trasportini, le cinture di sicurezza apposite per animali, oppure dividere il bagagliaio dal resto dell’abitacolo con una rete. Generalmente è consigliato lasciare il cane a digiuno per 6-8 ore prima del viaggio; è importante lasciare il finestrino leggermente aperto, per favorire il ricambio d’aria. Posizionare in auto un suo giochino, renderà l’ambiente più famigliare. Per evitare il mal d’auto, è bene cercare di evitare accelerate o frenate improvvise. Fondamentali sono le tappe lungo il tragitto, durante le quali é bene somministrare acqua e permettere una passeggiata per sgranchire le zampe e fare un bisognino. Il vostro veterinario potrà fornirvi indicazioni specifiche e dettagliate, riguardanti anche i vaccini obbligatori per andare all’estero o più indicati secondo i luoghi di vacanza.

A tutti, pelosi e non, buona vacanza!

Seguici su facebook, twitter, pinterest

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *