sugar

Come e perché sostituire lo zucchero raffinato

Come e perché sostituire lo zucchero raffinato

Lo zucchero raffinato o zucchero bianco è lo zucchero che si consuma maggiormente sia volontariamente, sia involontariamente perché contenuto in moltissimi alimenti e bevande, come caramelle, dolci, panificati, bibite gassate e alcolici. Le zollette di zucchero bianco o il pacchetto sfuso che acquistiamo in negozio non sono altro che il risultato di un lunghissimo processo produttivo e di una lavorazione industriale che priva questo la barbabietola e la canna da zucchero di ogni proprietà nutritiva e contenuto di vitamine. In partenza lo zucchero è una sostanza ricchissima di vitamine, sali minerali, enzimi, oligoelementi, ma al termine della trasformazione industriale, di tutte queste proprietà utilissime non rimane nulla. E come se non bastasse, per poter essere assimilato e digerito, lo zucchero bianco prende dal nostro corpo vitamine e sali minerali come calcio e cromo.

Quanto è dannoso?

Lo zucchero raffinato rappresenta uno degli alimenti più rischiosi per la nostra salute. In primo luogo, malattie ossee come l’artrite e la osteoporosi sono favorite dal consumo di zucchero bianco poiché provoca una grossa perdita di calcio, nei denti e nelle ossa e, quindi, anche un indebolimento dello scheletro e della dentatura.

L’assunzione di zucchero bianco comporta un’indebolimento dei globuli bianchi presenti nel nostro sangue e, quindi, un abbassamento delle difese immunitarie, fatto che ci rende più vulnerabili alle malattie.

Provoca anche alterazioni della flora batterica, causando disturbi come gonfiore addominale, stipsi, diarrea e pesantezza addominale.

Lo zucchero bianco è, inoltre, la causa dell’insorgenza di carie, è una delle cause dell’obesità e del colesterolo e intacca anche il nostro sistema nervoso, creando delle vere e proprie dipendenze da zuccheri, in quanto altera il livello di glicemia nel sangue provocando un’iniziale sensazione di energia per poi portare a una crisi ipoglicemica e a una conseguente sensazione di debolezza, depressione e aggressività.

Come si può sostituire?

Esiste più di una alternativa “dolce” allo zucchero raffinato! Certamente non stiamo parlando di dolcificanti o aspartame, che sono altrettanto dannosi. Il tocco dolce che cercate lo potete trovare in:

  • zucchero di canna integrale
  • melassa
  • miele
  • zucchero caramellato integrale
  • stevia
  • fruttosio
  • sciroppo d’agave
  • sciroppo d’acero

Negli ultimi anni il consumo di zucchero raffinato è cresciuto esponenzialmente, in relazione alle mode e ai trend alimentari provenienti spesso e volentieri dalla cultura statunitense dei fast food e delle bibite gassate. Scegliere di eliminare il più possibile lo zucchero raffinato dalla nostra dieta non significa solo fare una scelta salutistica ma anche scegliere di riscoprire alimenti veri e sani.

Seguici su facebook, twitter, pinterest

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *