Benefici della frutta secca

Mai come in questo periodo dell’anno, con sagre e feste paesane ricorrenti un po’ ovunque, vediamo davanti i nostri occhi tantissimi tipi di frutta secca, buona, gustosa, che attira la nostra attenzione anche per le inebrianti e soavi fragranze che emana, ma, oltre che saziarci, ha anche delle impareggiabili qualità naturali e biologiche davvero benefiche e salutari.

La frutta secca non ha problemi di conservazione, e può essere mangiata anche molto tempo dopo la raccolta, senza aver intaccato alcuna sua peculiarità biologica e nutrizionale. Conosciamone meglio qualcuna, come ad esempio l’arachide, la noce, la mandorla e la nocciola. Proprio questi frutti vengono anche definiti oleaginosi, nome che li contraddistingue per il fatto che i loro semi, se trattati meccanicamente, producono degli oli, molti dei quali commestibili.

Arachidi

Gli arachidi, o bagigi, sono dei legumi che troviamo molto spesso come accompagnamento negli aperitivi, proprio per una loro grande peculiarità: forniscono molta energia al nostro organismo, lo saziano senza appesantirlo, e migliorano la salute del cervello e della nostra circolazione sanguigna. E, caratteristica non da poco, rendono più elastica e lucente la nostra pelle grazie ad un alto contenuto di polifenoli. Possiamo trovare anche la pasta o burro di arachidi, ma in questo secondo caso vi raccomando di non esagerare con l’assunzione dato che è un cibo estremamente ipercalorico.

Noce

La noce è un frutto originario dell’Asia così famoso e noto che non ha bisogno di grandi presentazioni, ma oltre che come frutto lo si usa per la produzione di olio ed anche di vini e liquori, come il nocino ad esempio. È un frutto energetico, che riduce il livello di colesterolo, e fornisce vitamine B e sali minerali come calcio e magnesio. Ma oltre al frutto molto salutari sono anche le foglie per la preparazione di infusi, decotti e tisane: combattono l’obesità, favoriscono la diuresi e tonificano la fisicità del fegato.

Mandorla

La mandorla è un frutto tipico ed originario dell’Italia, in particolare della Sicilia. È ricca di proteine, di vitamine biologiche, ed è estremamente energetica. La utilizziamo per la produzione di latte di mandorla, di sciroppo e di liquori, e per la preparazione di dolci come gli amaretti. L’olio di mandorla è un naturale prodotto cosmetico con una particolare capacità emolliente che ringiovanisce la pelle.

Nocciola

La nocciola previene l’insorgenza di malattie cardiovascolari, abbassa il livello di grassi nel sangue, e soprattutto unisce con una linea immaginaria l’agricoltura italiana, essendo diffusa dal Piemonte alla Sicilia passando per Campania e Lazio. È ricco di proteine e vitamine, e il suo utilizzo è diffuso anche nell’industria dolciaria per la produzione di cioccolato, torroni e creme.

Seguici su facebook, twitter, pinterest

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] a nutrienti e naturali insalate e macedonie, oppure come farinaceo per pane e grissini. Sulla frutta secca orientiamoci sulle noci fresche, oppure su olio, vini e liquori a base di noci (nocino). Ci […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *