Una maschera viso purificante, facile come questa non c’è! E’ una maschera viso fai da te alla spirulina!
La spirulina è un’alga azzurra che si trova nelle acque salmastre delle zone tropicali e subtropicali.
la Spirulina è di colore verde scuro, per via della presenza di clorofilla, i cui pigmenti coprono i riflessi bluastri della policianina e quelli gialli dei carotenoidi.
Tra i vari utilizzi della spirulina noi abbiamo voluto sperimentare questa maschera viso purificante che aiuta ad aprire i pori e ad eliminarne le impurità!

Come Preparare la maschera viso alla spirulina

Vi serviranno:
– 3 cucchiaini di spirulina
– 3 cucchiai di acqua

Preparazione:
In una ciotola create unite la spirulina all’acqua mescolando lentamente. Otterrete una pasta scura e molto odorosa.

Applicazione:
Applicate la maschera sul viso, lasciandola asciugare per almeno 15 minuti.
Sciacquate la maschera con acqua e con l’aiuto di un panno umido.

Che meraviglia la primavera! Il risveglio della natura, le prime piogge profumate di fiori e la frizzante aria marzolina ci ristorano e ci risvegliano dal torpore invernale. Tuttavia, il cambio delle temperature e l’allungarsi progressivo delle giornate possono costituire dei fattori di stress per il nostro organismo, che può soffrire di stanchezza e diminuzione delle energie. Il cambio di stagione, inoltre, può provocare anche dei fastidiosi problemi cutanei: quanti di noi sono costretti a fare i conti con l’inevitabile perdita dei capelli?

Questo problema molto comune, che infastidisce le donne ma non risparmia neppure i maschietti, è dovuto al naturale ricambio che vede cadere i vecchi capelli per far spazio ai nuovi, più forti e sani (fenomeno tipico della primavera ma anche dell’autunno). Un valido aiuto può derivare da una sana alimentazione ricca di frutta e verdura (possibilmente crude), ricche di vitamine, minerali e antiossidanti. Ma quando la dieta non basta o si vogliono potenziarne i benefici, ci può venire in supporto la natura, che ci aiuta regalandoci qualche ingrediente da utilizzare direttamente sulle nostre chiome sotto forma di maschere e impacchi, ovviamente ecobio.

A questo proposito vi presento una ricettina molto facile ed economica, ecobio e completamente vegan, realizzata con ingredienti naturali e facilmente reperibili al supermercato. Si tratta di una maschera per capelli naturale, la cui efficacia è dovuta alle proprietà miracolose dello zenzero, dell’olio di jojoba e della curcuma. Applicata con regolarità (2 volte a settimana circa) prima dello shampoo, garantisce un risultato eccezionale… provare per credere!

Ingredienti:

  • 1 radice di zenzero fresco
  • 2 cucchiaini di olio di jojoba
  • 3 cucchiaini di zenzero in polvere (facoltativo)
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere
  • 10 gocce di olio essenziale a scelta tra rosmarino, tea tree, lavanda, limone, geranio o curcuma

Procedimento:

Grattugiate la radice di zenzero fresco, in modo da ottenere una poltiglia abbastanza acquosa; quindi aggiungete l’olio di jojoba, e mescolate bene. A questo punto, la maschera è già potenzialmente pronta, ma la consistenza abbastanza liquida non ne facilita l’applicazione: per questo potete addensare il composto con dello zenzero in polvere e/o della curcuma. Se usate la curcuma, però, non esagerate con le dosi, in quanto questa polvere tende a colorare la pelle (in questo caso cuoio capelluto e mani): comunque non vi preoccupate, con lo shampoo ogni traccia di colore scomparirà! A piacere potete aggiungere una decina di gocce dell’olio essenziale che preferite tra quelli elencati sopra.

Modo d’uso:

Applicate la maschera prima dello shampoo, e lasciatela in posa per circa 30 minuti. Massaggiate accuratamente la cute con i polpastrelli per stimolare il flusso sanguigno del cuoio capelluto (a questo punto avvertirete un leggero pizzicore), e sigillate la maschera con della pellicola per alimenti e con un asciugamano, per favorire la penetrazione degli ingredienti nella cute. Trascorsala mezz’oretta di posa, sciacquate abbondantemente con acqua tiepida e lavate normalmente con shampoo.

Consiglio: se avete usato la curcuma, non asciugatevi i capelli con il vostro asciugamano preferito, perché qualora fossero rimasti dei residui di polvere sul vostro cuoio capelluto, potreste macchiarlo.

Si consiglia di utilizzare la maschera subito dopo la sua preparazione, in modo da sfruttare al massimo tutte le proprietà dello zenzero fresco.

L’approccio al mondo eco-biologico è una scelta sempre più frequente al giorno d’oggi, ma per nulla semplice da perseguire. Un’attenta scelta alimentare è quasi sempre il primo step di questo consapevole percorso, che per alcuni diventa una vera e propria scelta di vita: privilegiare alimenti biologici e prodotti nel rispetto dell’ecosistema, infatti, è sempre più sinonimo di amore per
l’ambiente, per gli esseri viventi e anche per la propria salute.

Tuttavia, un aspetto ancora scarsamente trattato è quello della cosmetica ecobio, che purtroppo è considerato marginale rispetto all’attenzione posta sull’alimentazione. Infatti, sebbene nella rete stiano stanno aumentando blog dedicati a questo argomento e alcune industrie cosmetiche stiano creando delle linee di prodotti completamente ecobio, la stragrande maggioranza dei prodotti pubblicizzati e venduti nei supermercati e nelle profumerie contengono un’alta percentuale di ingredienti derivanti dal petrolio (come per esempio la paraffina e altri oli minerali), siliconi e parabeni. Senza entrare nel merito della nocività di questi ingredienti su pelle, capelli e mucose (argomento molto discusso e controverso), possiamo limitarci a dire che si tratta di elementi di origine sintetica, in quanto sono creati attraverso processi di sintesi chimica, e quindi per nulla ecobio.

Come fare, dunque, ad essere certi di acquistare dei prodotti cosmetici che contengano solo ingredienti di origine naturale? Come per gli alimenti confezionati, anche nella scelta dei cosmetici possiamo far fede alla lista degli ingredienti contenuti, che in questo caso prende il nome di INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients). Riportata obbligatoriamente sul retro di ogni singola confezione, essa elenca in ordine decrescente di concentrazione tutti i singoli ingredienti contenuti nel prodotto (solo al di sotto dell’1% gli ingredienti possono essere indicati in ordine sparso).

Uno strumento utile ai fini della catalogazione degli ingredienti cosmetici è il “Biodizionario”, che consente anche ai consumatori più inesperti di riconoscere quali ingredienti sono ecobio e quali no.

Tuttavia, leggere gli INCI presenti sul retro di ogni singola confezione può risultare un’operazione lunga e noiosa, soprattutto se abbiamo poco tempo da trascorrere al supermercato. In questo ci soccorre la tecnologia, in quanto ci basterà avere uno smartphone munito di fotocamera e scaricare l’applicazione Biotiful (disponibile per iOS e Android). Scrivendo il nome del prodotto o leggendone il codice a barre, automaticamente l’applicazione elencherà l’INCI valutando ogni singolo ingrediente sulla base di fattori quali quello tossicologico, ecologico e del rispetto degli animali. Comodo, no?