Ecco dieci ricette di secondi piatti vegetariani molto gustosi, facili e veloci da preparare. Se siete vegetariani e vegani, o semplicemente volete variare la vostra dieta valorizzando le verdure, ti suggeriamo queste 10 ricette vegetariane tra cui scegliere il secondo piatto da realizzare quest’oggi… dalle polpette vegetariane dell’IKEA al tofu impanato, dalla frittata di ceci al seitan tonnato. Ottimo anche il tempeh con verdure, le cotolette di seitan ai funghi o gli hamburger vegetariani.

Le 10 migliori ricette di secondi piatti vegetariani

Di secondi piatti vegetariani e vegani ne abbiamo proposti molti negli anni, ma dobbiamo ammettere che tra tutti ve ne sono alcuni che si distinguono per essere secondi particolarmente sfiziosi, facili e veloci. Vedrete che vi proporremo ricette basate anche su prodotti non proprio nostrani, come il tofu, il seitan o il tempeh, ma nulla che oggi non si possa reperire facilmente nei nostri supermercati.

Se anche l’occhio vuole la sua parte, abbiamo provveduto a corredare ogni ricetta con foto. Siamo certi che ammirare il risultato finale vi aiuterà a scegliere la ricetta giusta per voi o per l’occasione.

Per leggere le nostre ricette di secondi vegetariani, cliccate sulle foto!

1 - Polpette vegetariane Ikea

Volete imparare come preparare le polpette vegetariane ikea? Seguite la nostra ricetta di questo secondo vegetariano e rimarrete piacevolmente stupiti!

Le polpette, si sa, sono un secondo piatto sfizioso e facile da consumare in ogni momento; sono anche l’ideale per i bambini, che di solito non ne lasciano avanzare nemmeno una. Ma le polpette vegetariane Ikea hanno anche la giusta combinazione di salse, ai frutti rossi, senape e cren. Provare per credere!


Polpette vegetariane dell’Ikea

2 - Tofu impanato alla quinoa

Una secondo vegetariano semplice semplice e super veloce per questo tofu impanato con quinoa soffiata, preparata dal nostro chef Martino Beria.

Il tofu impanato con quinoa è un secondo vegetariano (e vegano) che vuole valorizzare il tofu. Una ricetta vegetariana ideale per chi ama il tofu ma è a corto di ricette e modi per cucinarlo.


Tofu impanato

3 - Tempeh con verdure

Il tempeh con verdure è una ricetta vegetariana che vi invitiamo a provare per scoprire questo alimento ricco di proteine vegetali che viene dalla tradizione orientale!

Ai più temerari potrebbe interessare sapere che il tempeh si può fare anche in casa. Qui ti forniamo il procedimento.


Tempeh con verdure

4 - Scaloppine di seitan con i funghi

Oggi abbiamo trovato degli shiitake freschi e abbiamo avuto un’idea: portiamo in tavola un delizioso secondo piatto vegetariano di seitan e funghi shiitake!

Gli amanti dei funghi ameranno questo piatto. Lo shitake, poi, è un fungo dal sapore deciso e aromatico che valorizzerà il seitan e apporterà dei buonissimi nutrienti.

Scaloppine di seitan con i funghi

5 - Hamburger vegetariano

Tra i secondi vegetariani non poteva mancare un bell’hamburger vegetale, un piatto rivalorizzato negli ultimi anni, che da junk food si ripropone sulle nostre tavole in versione vegana. In questa ricetta, poi, lo chef Martino Beria ha cercato di ricreare il sapore e la consistenza dell’hamburger di carne con mais, semi di girasole e seitan. Cosa aspettate a provarlo?


Hamburger vegetariano

6 - Seitan tonnato

Ecco il seitan tonnato vegan, una ricetta vegetariana non solo per l’estate ma da preparare tutto l’anno, con un po’ di pane sempre a portata di mano per far scarpetta!

Questo vitello tonnato in chiave vegetariana è perfetto anche per le occasioni speciali. Farete un figurone!


Seitan tonnato

7 - Frittata di ceci

Che ne dite di una frittata vegana con un po’ di carciofi di stagione? E certo che ci stanno bene! Infatti usiamo la farina di ceci al posto delle uova! Questo è il segreto anche per realizzare una buonissima tortilla de patatas vegana.

La frittata di carciofi vegan è l’ideale anche per chi non può mangiare le uova.


Frittata di ceci

8 - Spiedini di seitan

Con gli spiedini di seitan alla piastra vediamo un metodo velocissimo per preparare il seitan e integrarlo nella nostra dieta non rinunciando al sapore! Un secondo vegetariano tra i più facili e veloci da realizzare che si presta ad essere abbinato a delle buonissime verdure, arrostite e non.


Spiedini di seitan

9 - Peperoni ripieni di fagioli

Che simpatici questi peperoni ripieni di fagioli! Sani e delicati sono il secondo piatto vegetariano perfetto! I fagioli, infatti, sono una grande fonte di proteine vegetali, un piatto ideale per vegetariani e vegani.


Peperoni ripieni di fagioli

10 - Tofu al cartoccio

Il tofu al cartoccio richiama gli ulivi, il mare e i profumi del Peloponneso! Provate questa ricetta vegetariana per fare un salto nei sapori della Grecia. Basta qualche minuto nel forno ed è fatta.

Questa ricetta è possibile provarla anche nella variante alla griglia. Basta sostituire la carta forno con la stagnola. Il tofu al cartoccio è anch’esso da annoverare tra i secondi vegetariani più rapidi da preparare.


Tofu al cartoccio

Altri secondi vegetariani

Questa è la nostra selezione di secondi piatti vegetariani. Se la nostra proposta non vi ha soddisfatti, sfogliate la nostra pagina di ricette di secondi piatti sia vegani che vegetariani. Ne troverete a bizzeffe!

Se avete dei dubbi sulla certificazione vegan e su quei bollini che da diversi anni popolano le etichette dei prodotti che acquistiamo al supermercato, l’articolo che state leggendo fa al caso vostro. Che differenza c’è tra tra certificazione vegan e marchio vegan? Che cosa garantisce una certificazione e cosa invece rappresenta il marchio? Ci si può fidare?

Marchio vegan vs certificazione vegan

1) Marchio vegan

Il marchio è un “simbolo” che trovate sulle etichette di alcuni prodotti e indica che l’azienda produttrice ha comprato il diritto di esporre quel determinato segno distintivo.
L’azienda può decidere liberamente di comprare uno di quei marchi vegan  (vegan ok, vegan society, qualità vegana ecc.) garantendo tramite un’autocertificazione che il suo prodotto è conforme al disciplinare della “casa” che vende il marchio. Chi certifica e chi produce sono, in questo caso, lo stesso soggetto.
Una fregatura? Non proprio. Prima di tutto l’azienda deve sottostare ai controlli che la casa creatrice del marchio può disporre nei suoi confronti. E, se anche quest’ultima non è obbligata a disporre tali controlli, mettendoci la faccia (vale a dire il suo marchio) è certamente nel suo interesse fare in modo che l’azienda marchiata “righi dritta”. E ovviamente, in caso contrario, può sospendere o impedire all’azienda l’utilizzo del suo marchio vegan.
La responsabilità civile e penale in caso di informazioni false circa la conformità a quanto rappresentato dal marchio resterà integralmente in capo all’azienda produttrice e di nulla, invece, risponderà la casa creatrice del marchio.

2) Certificazione vegan

La certificazione è un attestato rilasciato da un organismo terzo rispetto all’azienda produttrice e garantisce la conformità del prodotto a determinati standard qualitativi.
In questo caso chi certifica e chi produce non sono lo stesso soggetto e la certificazione vegan, esposta anche questa in etichetta, offre al consumatore una garanzia ulteriore rispetto al solo marchio vegan. La responsabilità della veridicità delle informazioni riportate è infatti, in questo caso, anche in capo all’ente certificatore di modo che quest’ultimo, oltre a metterci la faccia, si espone anche al rischio di finire in tribunale.
Inoltre teniamo presente che, sebbene nessuna legge dica cosa si possa etichettare come “vegano” e cosa no, la certificazione vegan si basa comunque su delle regole stabilite da singoli enti privati (biocert, ICEA) che si impegnano con serietà a garantire che il prodotto certificato escluda in ogni fase della propria realizzazione l’impiego di qualsiasi derivato di origine animale. Non solo: alcuni enti certificatori richiedono anche la garanzia che non siano stati utilizzati ingredienti che abbiano comportato direttamente o indirettamente l’impiego di esperimenti animali.

Certificazione vegan e marchio vegan sono quindi utili strumenti!

Marchio e certificaizone, spesso anche attraverso una reciproca collaborazione, offrono una importante garanzia per il consumatore sulla natura del prodotto che si sta per acquistare. Sta poi alle aziende produttrici scegliere, anche laddove producano di fatto alimenti 100% vegan, se spendere soldi per comprare l’utilizzo di un marchio o di una certificazione. E sta quindi a noi consumatori selezionare in maniera intelligente ciò che compriamo anche al di là di un bollino su un’etichetta.

(Immagine di Giorgia Romano)

Corso di cucina vegana a Padova – Marzo 2016

Corso di cucina vegana: il vegan fast food con lo chef Martino Beria

Martedì 22 marzo a Padova , si terrà il corso di cucina vegana , tenuto dallo chef Martino Beria, il quale ci insegnerà tante ricette di cibo veloce e divertente, con un occhio sempre attento alla qualità degli ingredienti e delle tecniche di cottura, per un fast food da intenditori!

Sempre più spesso siamo alla ricerca di ricette gustose e informali, che facciano innamorare i nostri occhi e solletichino le nostre papille gustative. E chi è attento alla salute e non vuole rinuciare a questi piatti così invitanti, non può non provare la cucina vegan nella sua versione fast.

Sarà lo chef Martino Beria a svelarci i suoi trucchi e le sue tecniche per preparare salse appetitose, tramezzini, burger, piatti unici e contorni, veloci, stuzzicanti e privi di derivati animali.
Perché il mangiar bene non sia solo un’elenco di sostanze nutritive da assumere, basta conoscere bene gli ingredienti e lasciarsi ispirare dall’esperienza di uno chef ed ecco che la cucina vegan diventa subito il paradiso di chi ama il fast food senza dover rinunciare alla salute!

Alcune ricette del corso saranno ispirate dalle ricette e dagli approfondimenti sul fast food vegano contenuti nel libro Vegano Gourmand, scritto da Martino Beria e Antonia Mattiello ed edito da Gribaudo Feltrinelli.

Il docente

A tenere il corso sarà lo Chef Martino Beria chef vegano, fondatore del sito lacucinavegetariana.it, esperto di cucina naturale, tecnologo alimentare e consulente per aziende del settore.

PROGRAMMA DELLA SERATA:

Martedì 22 marzo 2016

Durante la serata lo chef parlerà del concetto di fast food nella cucina 100% vegetale, spiegherà e dimostrerà ognuna delle ricette che poi verranno degustate dai partecipanti. Durante il corso verrà fornita una dispensa contenente le ricette della serata.
Alcune delle ricette del corso saranno tratte dal libro Vegano Gourmand di Martino Beria e Antonia Mattiello, edito da Gribaudo-Feltrinelli.
Vegano gourmand anteprima

Acquista online la tua copia

Alla fine di ogni spiegazione, tutti i partecipanti degusteranno i piatti preparati.

Acquista online il corso

A chi è rivolto:

  • agli “onnivori” appassionati di cucina
  • alle persone che si stanno avvicinando all’alimentazione Vegan-vegetariana
  • a chi, già vegetariano, vuole saperne di più scoprendo nuove ricette
  • a chi vuole scegliere un modo di alimentarsi sano
  • a chi cerca nel cibo l’energia e la vitalità

Dove: Ristobar Galleria Vivanti – PADOVA, via Guasti 12.
Quando: martedì 22 marzo 2016

A che ora: dalle 20:00 alle 22:30

Costo del corso: 60,00€

Per iscriversi al corso è necessario compilare il modulo che trovate QUI. Il modulo deve essere portato a mano la sera del corso.

Bonifico su codice IBAN: IT 24 O 0760102000000095917548
Banca: Poste Italiane
Intestato a: Lacucinavegetariana.it
Causale: corso di cucina Vegana data_____– Nome e cognome

Pagamento: mezzo bonifico o paypal

Acquista online il corso

Inviare all’email info@lacucinavegetariana.it gli estremi del bonifico effettuato.

In caso di disdetta, per poter essere rimborsati, questa dovrà essere comunicata entro 7 giorni dall’inizio del corso.
Chiediamo di segnalare qualsiasi tipo di allergia o intolleranza al momento dell’iscrizione.

Per informazioni ed iscrizioni:
www.lacucinavegetariana.it
info@lacucinavegetariana.it
cell. 3772643170
Dal lunedì al venerdì, 08.30-12.30 / 15.00-17.30